Molti non lo sanno ma queste comunissime piante aromatiche sono un antimuffa eccezionale

Uno dei problemi più fastidiosi e, purtroppo, più comuni che può insorgere in casa è la proliferazione della muffa. Macchie scure e dall’odore sgradevole che si propagano sui muri, tra le fughe delle mattonelle, sino a raggiungere dispense e armadi. Nonostante il caldo dei mesi estivi e l’aumento delle temperature, in alcune zone della casa (cucina e bagno) questo annoso problema potrebbe continuare a presentarsi.

Il problema, infatti, nasce – escludendo danni alle tubature che richiedono l’intervento di un idraulico – dalla condensa. Per capire il processo che si crea in alcuni ambienti della casa possiamo fare un semplice paragone. Quando d’estate prendiamo dal frigo una bottiglia d’acqua notiamo che in pochi secondi si formano delle goccioline su tutta la superficie. Questa reazione è dovuta allo sbalzo termico che la bottiglia ha subito nel passaggio frigo – ambiente esterno. Nelle nostre cucine e nei nostri bagni il processo è lo stesso. Il vapore acqueo creato dall’acqua calda (di una doccia o di una pentola che bolle) incontra temperature più fredde e si trasforma in condensa. Che a sua volta favorisce la proliferazione di microrganismi fungini sulle nostre pareti. Il risultato? Orribili macchie che variano dal verde al grigio scuro sino a raggiungere intense striature giallastre.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Molti non lo sanno ma queste comunissime piante aromatiche sono un antimuffa eccezionale

Per evitare questo fastidiosissimo problema è fondamentale arieggiare gli ambienti o usare un deumidificatore (mentre si cucina o si fa la doccia). Ma molto spesso questo non è sufficiente, soprattutto quando gli ambienti non sono dotati di finestre. Quando oramai i funghi della muffa hanno iniziato a moltiplicarsi allora è meglio correre ai ripari e trattare immediatamente le superfici. Mettendo da parte prodotti chimici, possiamo ricorrere a rimedi naturali altrettanto efficaci.

In bagno e in cucina

Per eliminare la muffa dalle fughe delle piastrelle di bagno e cucina possiamo ricorrere a un detergente naturale fai da te. Si tratta di un composto a base di alcol (ne basta un bicchiere) a cui vanno aggiunte 10 gocce di olio essenziale di timo. Il timo, infatti, ha un potente effetto antisettico. Per potenziare l’efficacia possiamo anche aggiungere 15 gocce di Tea tree oil (disinfettante) che conferirà una nota profumata e balsamica. Basterà spruzzare questo anti-fungino naturale sulle fughe, lasciar agire per un po’ di minuti e poi asciugare con un panno.

Nella dispensa

Può capitare che le muffe colpiscano anche gli alimenti conservati in dispensa. Farine, ortaggi, verdure possono, infatti, possono essere contaminati molto facilmente. Il consiglio è quello di eliminare immediatamente le derrate alimentari ammuffite. Ma esiste anche un modo per prevenire l’insorgenza delle muffe, ovvero ricorrere all’olio essenziale estratto dalle piante di alloro. Molti non lo sanno ma queste comunissime piante aromatiche sono un antimuffa eccezionale. Basterà porre in dispensa una ciotola con del bicarbonato e aggiungere qualche goccia di essenza di alloro. L’ambiente sarà subito profumato e libero da muffe.

Approfondimento

In pochi sanno che questo rimedio naturale elimina definitivamente la muffa in casa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te