Meglio non badare troppo al prezzo e scegliere questo olio che aiuta la salute

Quando si parla di olio spesso è meglio non stare a tirare tanto sul prezzo e prestare particolare attenzione durante la spesa. Come abbiamo sottolineato in un precedente articolo, infatti, sono proprio dei piccoli particolari a fare la differenza. Oggi scopriremo come una delle categorie di olio tendenzialmente più costose che possiamo trovare sugli scaffali sia anche particolarmente indicato per la nostra salute. Proprio per questo motivo è meglio non badare troppo al prezzo e scegliere questo olio che aiuta la salute. Scopriamo subito di cosa si tratta.

Il miglior olio sulla piazza

Quando si tratta di olio d’oliva, ci sono pochi dubbi: è praticamente sempre meglio preferire quello extravergine. Con questo termine ci si riferisce a quegli oli d’oliva che condividono almeno due caratteristiche. In primis gli stessi devono essere ottenuti da un processo meccanico a freddo. Secondariamente devono avere un tasso di acidità non superiore allo 0,8%. A gioire di questa scelta non saranno solamente le nostre papille gustative, ma anche la nostra salute. Come riportato dalla nota Fondazione Veronesi, infatti, un utilizzo morigerato di tale alimento può avere vari effetti positivi sul nostro organismo.

In primis, l’olio extravergine d’oliva aiuta d’abbassare i livelli del controllo il colesterolo “cattivo” detto anche LDL. Quest’ultimo è particolarmente temuto, in quanto concorre alla formazione di placche nelle arterie e, conseguentemente, aumenta il rischio di problemi cardiovascolari. Allo stesso tempo l’assunzione di olio d’oliva extravergine non interferisce con i livelli di colesterolo buono, chiamato anche HDL. Secondariamente, questo alimento è ricco di antiossidanti utili per evitare l’invecchiamento cellulare. Infine, l’olio extravergine è un valido alleato dell’apparato digerente e del fegato. Questo alimento aiuta infatti a ridurre i livelli degli acidi gastrici e possiede, grazie alla sua composizione, grandi qualità disintossicanti.

Meglio non badare troppo al prezzo e scegliere questo olio che aiuta la salute

Per fare in modo che l’olio extravergine possa aiutare la nostra salute è però preferibile seguire dei piccoli consigli. In primis, è meglio non superare il limite di 3 cucchiai giornalieri. Sopra questa soglia anche un alimento sano come l’olio d’oliva può infatti innalzare i livelli di colesterolo. Secondariamente è consigliato consumare questo alimento a crudo. Per concludere, ricordiamo che, per quanto possa giovare alla salute, l’olio extravergine d’oliva non è un farmaco. In caso di livelli di colesterolo alto o di altre problematiche di salute si consiglia sempre di confrontarsi con il proprio medico di fiducia.

Approfondimento

Pochi lo conoscono, ma questo è l’olio amico del cuore che tiene a bada il colesterolo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te