Materiali da mettere sul fondo della gabbia di criceto, coniglio e uccelli

criceto

Numerose sono le famiglie che si arricchiscono di un nuovo membro tramite l’adozione di un animale domestico. A seconda di inclinazioni e spazi si propenderà per un animale piuttosto che per un altro.

Vi è ad esempio chi preferisce avere animali che risiedono in gabbia.

Tra quest’ultimi rientrano oltre ai volatili anche criceti, conigli e altri roditori. Seppure da certi punti di vista possono sembrare meno impegnativi di cani e gatti hanno precise esigenze e richiedono determinate attenzioni.

Prima di tutto necessitano di un habitat consono e adatto al loro benessere. Non dovranno mai mancare acqua e cibo, dovremo poi mettere accessori interni per giocare o di appoggio. Ad esempio trespoli per gli uccelli e la ruota per i criceti.

La gabbia dovrà essere spaziosa e svilupparsi orizzontalmente nel caso di conigli e criceti, mentre per gli uccelli anche in senso verticale. Le sbarre non dovranno essere troppo ampie per evitare fughe o che il nostro animale vi si possa incastrare.

Indice dei contenuti

Quali sono i materiali da mettere sul fondo della gabbia

Quando abbiamo un gatto ci porremo il problema sul dove mettere la lettiera, che va collocata in un luogo tranquillo al pari delle traversine del cane.

Per uccelli e roditori invece dovremo soffermarci sul materiale per ricoprire il fondo della gabbia. Aspetto importante per la loro salute e per l’igiene dato che i nostri amici vi faranno i bisogni.

Il fondo della gabbia dei roditori dovrebbe essere privo di griglie per la loro incolumità. Per quanto riguarda canarini, pappagalli, incluse le bellissime razze parlanti da poter scegliere, e altri uccelli invece dovrà averle per evitare che vi si poggino direttamente.

La prima premessa è non utilizzare la sabbietta della lettiera del gatto che risulta non adatta e potrebbe essere dannosa.

Allo stesso tempo evitiamo anche l’ovatta, potrebbero ingerirla o rimanervi incastrati con le zampette. Ricerchiamo materiali naturali che non possano risultare tossici.

Sono da escludere anche materiali appuntiti in grado di ferire così come quelli polverosi perché potrebbero inalarli con conseguenze sulla salute. Dunque anche la segatura spesso usata non risulterebbe adatta.

Al suo posto di gran lunga preferibile il truciolato di legno purché privo di polveri. Risulterà particolarmente gradito a criceti e conigli che amano scavare.

Ugualmente consigliato sarebbe il tuffolo di mais, ma anche altre lettiere create con fibre di lino, cocco o canapa. Non dovranno avere alcuna profumazione che potrebbe dare fastidio ai nostri amici.

Utilizzabili anche pezzi di carta assorbente ma senza inchiostro.

La carta di giornale, poiché lo contiene, si potrà usare per gli uccelli nel caso in cui ovviamente non vengano a diretto contatto col fondo.

Come pulire gabbia o voliera

Quando scegliamo i materiali da mettere sul fondo della gabbia dunque accertiamoci di cosa contengano realmente e della loro consistenza. Facciamo inoltre sempre riferimento ai consigli del veterinario per orientarci.

Sarà bene buttare il fondo della gabbia contenente urina e feci quotidianamente o quasi. In questo mondo l’ambiente rimarrà pulito ed eviteremo cattivi odori.

Procuriamoci una gabbietta, che funga magari anche da trasportino, dove trasferire momentaneamente l’animale.

Per pulire la griglia degli uccelli possiamo servirci di un getto d’acqua e di una spugnetta in grado di grattare residui. Utilizziamo detergenti naturali, quale il bicarbonato miscelato all’acqua che riuscirà anche a disinfettare la gabbia e il fondo.

Lettura consigliata

Ecco come tenere al caldo i nostri simpatici amici pennuti in gabbia e in voliera

Consigliati per te