L’INPS riconosce 4 mesi di contributi in più ai lavoratori pubblici e privati che presentano questa domanda

Per accedere alla pensione occorre possedere alcuni particolari requisiti anagrafici e contributivi. Ma spesso si desidera concludere la carriera lavorativa già qualche anno prima di aver raggiunto l’età pensionabile o l’anzianità contributiva necessaria. I nostri consulenti vi ricordano che è possibile ottenere fino a 2 mesi di contributi gratis all’anno e pensione in anticipo anche con questa malattia comune. Ma anche chi non presenta particolari problemi di salute o menomazioni potrebbe aver diritto al riconoscimento gratuito della contribuzione. Ciò perché l’Ente previdenziale assicura una copertura assicurativa anche ai soggetti che non presentano patologia invalidanti o riduzioni delle abilità lavorative.

A queste categorie di lavoratori la Redazione ha già spiegato come ottenere 5 mesi di contributi gratis ai fini della pensione INPS. E ovviamente l’accredito della contribuzione a titolo gratuito rappresenta un’ottima agevolazione per chi mira alla pensione anticipata. Più è lunga la storia contributiva del lavoratore più alte sono le possibilità di smettere di lavorare e richiedere l’anticipo pensionistico. A tal fine ricordiamo che l’INPS riconosce 4 mesi di contributi in più ai lavoratori pubblici e privati che presentano questa domanda. E che se non si dovessero possedere i requisiti richiesti si potrebbe anche valutare la convenienza di pagare uno o più anni di contribuzione. Pertanto, è opportuno anche sapere quanto costa un anno di contributi volontari e a chi conviene tale opzione.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

L’INPS riconosce 4 mesi di contributi in più ai lavoratori pubblici e privati che presentano questa domanda

Per alcuni lavoratori vi sono agevolazioni contributive che consentono di raggiungere l’anzianità assicurativa necessaria al pensionamento. In base al dettato del Decreto legislativo 232/2016 i soggetti non vedenti hanno diritto a 4 mesi di contributi figurativi per ogni di servizio. Tale beneficio contributivo spetta in particolare ai lavoratori dipendenti dalla pubblica amministrazione o da aziende private.

Tuttavia, la maggiorazione non parte in automatico e si ottiene dietro presentazione di richiesta a cui occorre allegare la certificazione attestante la condizione sanitaria. Possono inviare domanda all’INPS i ciechi civili, i ciechi invalidi per servizio, del lavoro e di guerra.

I 4 mesi di anzianità assicurativa valgono sia ai fini del diritto che della misura della pensione. Ma la maggiorazione vale unicamente per i periodi in cui il richiedente ha svolto attività lavoratori. Ne consegue che non sono validi i periodi assicurativi in cui al lavoratore risulta l’accredito di contribuzione volontaria, figurativa o da riscatto.

Consigliati per te