L’impostazione rialzista del titolo Bialetti potrebbe essere messa a dura prova nelle prossime settimane

Se si guarda al grafico di Bialetti, ci si rende conto che a partire da marzo 2021 le quotazioni si stanno muovendo in prossimità del livello 0,284 euro. Se si esclude il periodo corrispondente allo scoppio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, le quotazioni sono rimaste sempre in prossimità di questo livello.
Adesso, però, sembrerebbe che le quotazioni vogliano accelerare al rialzo. È da diverse settimane, infatti, che le quotazioni chiudono sopra 0,284 euro. Tuttavia, l’impostazione rialzista del titolo Bialetti potrebbe essere messa a dura prova nelle prossime settimane.

Basterebbe, infatti, una chiusura settimanale inferiore a 0,2844 euro per mettere in crisi i rialzisti. Queste ultimi, invece, puntano al raggiungimento dell’obiettivo più probabile in area 0,3990 euro (I obiettivo di prezzo). A seguire, poi, l’obiettivo successivo potrebbe andare a collocarsi in area 0,585 euro. La massima estensione rialzista, invece, potrebbe andare a posizionarsi in area 0,77 euro.

Qualora, invece, la tendenza dovesse invertire al ribasso, le quotazioni di Bialetti potrebbero tornare in area 0,15 euro.

Avvertenze sul titolo Bialetti

Incominciamo col dire che Bialetti fa parte della black list della CONSOB e, pertanto, deve fornire un’informazione con cadenza mensile sulla propria situazione aziendale e finanziaria. Con l’aggiornamento di fine giugno abbiamo assistito a una tenuta rispetto all’ulteriore peggioramento della posizione finanziaria netta dell’azienda riscontrata ad aprile.

Infine, prima di concludere, una nota importante. Bialetti è un titolo a bassa capitalizzazione (parliamo di circa 46 milioni di euro) che effettua scambi molto esigui (controvalore di circa 70.000 euro a seduta considerando la media degli ultimi mesi). Questo valore, però, tiene conto dell’eccezione del primo trimestre del 2021, quando gli scambi sono decuplicati e il titolo ha triplicato il suo valore. Recentemente, poi, un simile evento si è verificato a inizio marzo, quando in 2 settimanali il titolo ha guadagnato circa il 90%.

In giornate senza particolari esplosioni di volumi, il controvalore giornaliero si aggira intorno ai 30.000 euro.

Investendo su questo titolo, quindi, bisogna tener conto della possibilità che gli scambi siano rarefatti e del fatto che si possono imprimere forti accelerazioni con piccoli capitali. Tuttavia c’è un aspetto positivo. Se nel report di maggio Bialetti era più volatile del 90% dei titoli italiani, muovendosi mediamente del +/- 13% a settimana, adesso la volatilità è rientrata e il titolo si muove mediamente del +/- 5% a settimana.

L’impostazione rialzista del titolo Bialetti potrebbe essere messa a dura prova nelle prossime settimane: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo Bialetti (MIL:BRE) ha chiuso la seduta del 4 luglio a quota 0,3000 euro, in rialzo dello 0,33% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

bialetti

 

Lettura consigliata

Domani si potrebbero decidere le sorti dei mercati azionari fino al 16 agosto ed oltre

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te