Le azioni Amplifon potrebbero andare incontro a un periodo di debolezza

Che Amplifon sia un ottimo titolo non c’è dubbio alcuno. L’ultimo report del nostro Ufficio Studi, infatti, titolava C’è un titolo azionario a Piazza Affari che non conosce crisi e continua ad aggiornare i suoi massimi storici. Tuttavia adesso le azioni Amplifon potrebbero andare incontro a un periodo di debolezza.

Lo spunto per un ritracciamento, che potrebbe trasformarsi in una ghiotta occasione di acquisto, potrebbe arrivare dai dati relativi al terzo trimestre del 2021. Gli utili per azione, infatti, sono passati dai 0,13 euro dello stesso periodo del 2020 a 0,10 euro. L’azienda, infatti, ha riportato un risultato debole nel terzo trimestre con guadagni (-17%) e margini di profitto più deboli (-6,7%), anche se i ricavi sono migliorati (+7,2).

Ricordiamo, poi, che con un rapporto prezzo/utili previsto di 58.06 e 46.91 rispettivamente per l’esercizio in corso e per il prossimo esercizio, l’azienda opera con multipli di utili molto elevati. Inoltre, con un valore aziendale stimato di 5.64 volte il fatturato dell’esercizio in corso, la società sembra avere una eccessiva valorizzazione.

Secondo le raccomandazioni degli analisti il consenso medio è mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sopravvalutazione del 10%.

Prima di concludere ricordiamo che in un precedente report (Raddoppiare i propri soldi investendo su un titolo che nel lungo periodo ha fatto guadagnare con probabilità del 100%) abbiamo mostrato come dopo 10 anni un investimento su Amplifon ha la probabilità del 100% di avere un rendimento positivo.

Le azioni Amplifon potrebbero andare incontro a un periodo di debolezza: le indicazioni dell’analisi grafica

Amplifon  (MIL:AMP) ha chiuso la seduta del 29 ottobre a quota 43,80 euro in ribasso dello 0,33% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Dal 20 agosto (data dell’ultimo report su Amplifon) alla chiusura del 29 ottobre le quotazioni del titolo sono rimaste praticamente immobili.

Questo andamento si nota anche dal grafico visto che da luglio in poi le quotazioni di Amplifon si sono mosse all’interno del trading range 40,88 euro – 44,00 euro.

A questo punto solo la rottura di uno dei due livelli indicati potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Al rialzo gli obiettivi sono quelli indicati in figura con l’obiettivo più vicino in area 48,98 euro (II obiettivo di prezzo). La massima estensione si trova in area 56,96 euro (III obiettivo di prezzo) per un ulteriore potenziale rialzista del 30%.

Al ribasso, invece, la discesa potrebbe continuare senza troppi problemi fino in area 35,90 euro. Solo una chiusura settimanale inferiore a questo livello farebbe invertire la tendenza di lungo periodo al ribasso con obiettivi in area 30 euro.

amplifon

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te