La terribile malattia che porta alla morte per insonnia

L’insonnia è un disturbo molto comune, che purtroppo può affliggere la maggior parte di noi almeno una volta nella vita. Quando soffriamo di insonnia, non riusciamo a riposarci anche se il nostro corpo ha bisogno di dormire, e a lungo andare il nostro organismo ne soffre le conseguenze.

L’insonnia può causare lentezza di riflessi, irritabilità, problemi di memoria o di concentrazione, e altri sintomi poco piacevoli.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Fortunatamente però, per la maggior parte di noi il disturbo può essere risolto grazie a un cambio di stile di vita o all’uso di farmaci specifici per aiutare il riposo.

Ma questo non avviene per tutti.

Alcune persone soffrono di una rarissima malattia genetica che non gli permette mai di dormire. Si tratta di una malattia molto grave, con esisto mortale. Vediamo la terribile malattia che porta alla morte per insonnia.

È una malattia genetica

Questa malattia si chiama ‘Insonnia Familiare Fatale’. È un disturbo che si sviluppa in media intorno ai 50 anni di età. La persona affetta dorme sempre di meno, fino ad arrivare al punto di non riuscire più a dormire del tutto. La malattia porta alla morte in pochi mesi.

La terribile malattia che porta alla morte per insonnia è ereditaria: se un genitore è affetto, ci sono molte probabilità che anche i figli lo siano.

Fortunatamente si tratta di un disturbo rarissimo: esistono non più di 40 famiglie al mondo in cui si sono riscontrati casi di Insonnia Familiare Fatale.

Proprio a causa della sua rarità, può essere difficile diagnosticarla, e a volte viene confusa con altre malattie.

Ma quali sono i sintomi dell’insonnia familiare fatale?

Allucinazioni e perdita di peso

La persona affetta da questa terribile malattia dorme sempre di meno. La mancanza di riposo può portare a allucinazioni, fobie, attacchi di panico. Si manifestano anche sintomi quali perdita di peso, pressione alta, rigidità dei muscoli.

L’unico modo, però, di essere sicuri della diagnosi è quello di effettuare un test genetico, che può rivelare la presenza dei geni portatori di questa malattia.

Ma niente panico, per la maggior parte di noi basterà un buon sonnifero e una tisana rilassante per curarci dalla fastidiosissima insonnia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te