La ricetta rapida per fare le bolle di sapone per bambini in casa con lo zucchero, con o senza glicerina

In estate quando la scuola è finita, si passano le giornate a casa con i bambini al sollazzo. Uno dei divertimenti preferiti è giocare e mettere le mani in pasta ad esempio creando degli oggetti con la porcellana fredda. Per non farsi vincere dalla noia, si può giocare con le bolle di sapone. Antichissimo passatempo, le bolle di sapone continuano a divertire e tenere impegnati i bambini di generazione in generazione.

La ricetta rapida per fare le bolle di sapone per bambini in casa con lo zucchero, con o senza glicerina

La ricetta originale vede l’impiego della glicerina che si trova in farmacia a circa 2,50 euro per 100 ml di prodotto. La glicerina impedisce all’acqua di evaporare, creando bolle più forti.

Queste sono le dosi:

  • 3 tazze d’acqua;
  • una tazza di sapone liquido per piatti;
  • mezza tazza di glicerina.

Versare in un barattolo vuoto in sequenza l’acqua, la glicerina e il sapone dei piatti. Lasciamo riposare una notte e la soluzione è pronta.

Ricetta con lo zucchero

Ecco l’occorrente se in casa non avessimo la glicerina:

  • 350 ml di acqua tiepida;
  • 110 ml di detersivo per i piatti;
  • 8 mg di zucchero.

Versiamo in un contenitore l’acqua poi il detersivo e da ultimo lo zucchero.

Come contenitore si può usare un vecchio tubetto delle bolle di sapone. In alternativa useremo un barattolo in vetro. Per soffiare le bolle possiamo utilizzare qualsiasi cosa sia costituita di plastica e abbia la forma di anello. Proviamo, ad esempio, con gli anelli in plastica che troviamo sotto al tappo delle bottiglie.

Come sono fatte le bolle e perché sono sempre rotonde?

Innanzitutto occorre spiegare che le bolle di sapone sono composte da quattro strati:

  • il nucleo di aria;
  • uno strato di sapone;
  • uno strato sottile di acqua;
  • un altro strato di sapone.

Anche se utilizzassimo una bacchetta dove soffiare a forma di stella oppure quadrata, le bolle uscirebbero sempre rotonde. Questo accade perché se le bolle avessero degli angoli e forma spigolosa, il sapone non riuscirebbe a formare un involucro omogeneo e la bolla esploderebbe subito.

Perché le bolle di sapone scoppiano?

Affinché la bolla rimanga più a lungo possibile non ci deve essere vento naturalmente ma nemmeno sole o aria secca. In questo caso il sottile strato d’acqua compreso fra i due di sapone, evaporerebbe trasformandosi quindi in gas e la bolla esploderebbe.

Cosa fare per mantenerle più a lungo?

Dovremmo metterci in una posizione all’ombra. Al tramonto, ad esempio, si può fare una bella gara di bolle di sapone. Dopo un temporale ci sarà un’atmosfera ricca di umidità e sarà un momento ideale per le bolle.

Con la ricetta rapida per fare le bolle di sapone, ci sarà da divertirsi.

Lettura consigliata

Fra boschi, laghi e castelli ecco 5 pacchetti vacanza per soggiornare in Trentino con o senza bambini, validi per l’estate 2022

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te