Incastonato tra rupi e boschi nel cuore degli Appennini, quest’idilliaco borgo medievale tra i più belli d’Italia si può visitare in giornata 

L’Italia è un territorio di grandi bellezze, un’immensa opera d’arte visitata ogni anno da un’infinità di turisti provenienti da ogni parte del Mondo. Tra questi potremmo esserci anche noi che, valigia alla mano, partiamo per riscoprire il nostro territorio che non finisce mai di stupirci.

Lo stivale, con tutte le sue isole satellite, è una meta ideale praticamente per qualsiasi tipologia di viaggio. Per esempio, se volessimo immergerci nell’arte potremmo riscoprire il suo tratto più barocco spingendoci in questa cittadina siciliana che niente ha da invidiare alla famosissima Noto.

Al contrario, se avessimo voglia di mare e spiagge mozzafiato, ecco l’alternativa tricolore vicino Roma per una vacanza estiva prima di agosto.

Nell’articolo di oggi, invece, andremo in esplorazione dei suoi gioielli più piccoli ma altrettanto preziosi, i borghi. In particolare, ne conosceremo uno arroccato tra i monti, perfetto per vivere qualche ora d’immersione totale nella natura.

Incastonato tra rupi e boschi nel cuore degli Appennini, quest’idilliaco borgo medievale tra i più belli d’Italia si può visitare in giornata

Quasi a metà strada tra gli Appennini meridionali e quelli settentrionali si trova questo piccolo borgo con neanche tre mila abitanti. Il suo territorio si estende all’interno del Molise, in provincia di Isernia, ed è uno di quei pochi angoli d’Italia dove la natura vive indisturbata dall’uomo.

Frosolone è adagiato sull’altopiano del colle dell’Orso, immerso in un bosco di faggi e dominato dalle coste rocciose della Morgia Quadra. Proprio la roccia è un tratto distintivo del suo paesaggio, con pietroni dalle forme più strane che sbucano dai prati e puntano verso il cielo.

Anche le distese verdeggiati, però, rendono unico questo borgo bucolico, aree dove facilmente possiamo imbatterci in mandrie di capre e mucche che pascolano in libertà.

Per scoprire la natura incontaminata di questo angolo di paradiso basta semplicemente fare una passeggiata. In alternativa, possiamo dedicarci al trekking, anche a cavallo, all’arrampicata o programmare un volo in deltaplano.

Non solo natura

Quindi, incastonato tra rupi e boschi nel cuore della catena montuosa più lunga d’Italia, questo borgo ameno ci attende per una pausa dalla quotidianità. Frosolone, però, non è bello solo per i suoi paesaggi naturali mozzafiato e infatti anche la cittadina custodisce dei veri gioielli.

Sulla piazza principale dedicata ad Alessandro Volta spicca una maestosa fontana, Fonte Grossa, interamente in pietra calcarea bianca. La Chiesa più importante è quella di Santa Maria Assunta, con un campanile a torre che svetta sulla cittadina e opere di vari artisti come il napoletano Giacinto Diana.

Al contrario, un’importante architettura civile da visitare sarebbe il palazzo baronale, nato come castello. Infine, tappe imperdibili per scoprire le tradizioni e l’artigianato di Frosolone sarebbero:

  • la casa del Pastore, con possibile degustazione di prodotti caseari;
  • il museo dei Ferri Taglienti, in onore alla vera arte tradizionale del luogo, quella di forgiare lame, forbici e coltelli;
  • il museo del Costume.

Lettura consigliata

Questa incantevole cittadina bandiera arancione a un passo da Roma è perfetta per una gita primaverile di 1 o 2 giorni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te