In pochi conoscono questi trucchi a tavola per abbassare la glicemia e dimagrire riducendo l’assorbimento di zuccheri e carboidrati nel sangue

Trattiamo un argomento particolarmente sentito da chi ha problemi di glicemia e sovrappeso. Ingerendo alimenti ricchi di zuccheri semplici o carboidrati aumenta la concentrazione di glicemia nel sangue. Il pancreas produce grandi quantità di insulina la quale favorirà un utilizzo rapido del glucosio contenuto nei tessuti.

Alla prima reazione di concentrazione glicemica seguirà un calo brusco con ipoglicemia. La conseguenza è che si perde la concentrazione e aumenta la sensazione di fame e di debolezza.

Tuttavia, in pochi conoscono questi trucchi a tavola per abbassare la glicemia e dimagrire riducendo l’assorbimento di zuccheri e carboidrati nel sangue.

L’indice glicemico e la natura degli alimenti

Vediamo quali accorgimenti adottare per evitare i picchi di glicemia e gli inevitabili effetti come il sovrappeso.

Di un qualunque alimento cerchiamo sempre di considerare il suo indice glicemico. Cioè la velocità con cui aumenta la glicemia nel sangue in seguito alla sua assunzione. Questo dipende in primis dalla natura dell’alimento. Esso sarà maggiore in quelli che contengono carboidrati e zuccheri, come nel caso dei dolci e delle farine raffinate.

Preferiamo i cibi difficili da masticare

Cerchiamo ad esempio di preferire il riso integrale a quei prodotti che sono invece il frutto delle farine, come il pane e la pasta. O ancora, preferiamo le patate intere al forno rispetto a un purè o la frutta intera rispetto ai frullati, e così via.

Le farine non sono tutte uguali

Se non riusciamo a fare a meno della pasta o di una fettina di pane, preferiamo farine non troppo lavorate e quelle meno raffinate.

Diamo più spazio alla farina di tipo 1 e 2 invece della farina 0. Pasta, pane e cereali integrali sono infatti più ricchi di fibre che contrastano i picchi di glicemia.

I processi di trattamento di trasformazione degli alimenti

A parità di alimento considerato, assume importanza il trattamento o il processo di trasformazione al quale l’alimento è sottoposto.

Ad esempio tra pasta e pane composti dalla stessa farina, il pane avrà un indice glicemico più alto. Se dobbiamo scegliere tra pasta e pizza, la prima è sicuramente più indicata. La pizza, come il pane, appartiene alla famiglia dei lievitati, da evitare per abbassare la glicemia e quindi dimagrire.

Nel caso in cui amiamo mangiare la pasta, scegliamola di farine integrali e cerchiamo di non cuocerla troppo. Mangiarla al dente garantirà una maglia proteica intatta per contrastare l’effetto sulla glicemia dell’amido.

Dunque, In pochi conoscono questi trucchi a tavola per abbassare la glicemia e dimagrire riducendo l’assorbimento di zuccheri e carboidrati nel sangue

Insieme agli alimenti che contengono zuccheri e carboidrati è opportuno abbinare fibre o grassi.

Nel caso in cui vogliamo anche dimagrire, attenzione alla quantità e alla qualità dei grassi da abbinare.

Ad esempio possiamo pensare a un’insalata cruda prima di un piatto di pasta. Oppure abbinare pasta con i legumi.

Nel secondo caso, per sentirsi più sazi a lungo, abbiniamo ad una fettina di pane dell’olio evo, oppure un velo di ricotta o della frutta secca al mattino.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te