Il vero problema che oggi ha attanagliato la Borsa di Milano

Mentre la Borsa americana riprende a correre, la Piazze europee continuano a faticare. Anche oggi è stata una ennesima giornata di quasi nulla sulle Borse del Vecchio Continente. E lo stesso è accaduto in Piazza Affari. Vediamo in dettaglio gli eventi importanti della giornata.

Il vero problema che oggi ha attanagliato la Borsa di Milano

Ancora un nulla di fatto sulle Borse europee. Un seduta senza troppi scossoni. Il problema è che lo scossone non è arrivato neanche con Wall Street, partita in quarta marcia in avvio di seduta. Immobilismo assoluto. Alle 17,30, quando le Borse in Europa chiudevano attorno allo zero, l’indice S&P500 era in salita dell’1,8%. Mente il Nasdaq del 2,3%. Le Borse europee attorno allo zero.

È stata una seduta opaca in tutti i listini europei. Se l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso a 19.793 punti, in calo dello 0,1%, le altre Borse hanno fatto meglio di poco. Il tedesco Dax ha ceduto dello 0,1%, stessa perdita per Londra. A Parigi il Cac ha guadagnato lo 0,3%, mentre l’indice Paneuropeo Euro Stoxx 50, è rimasto praticamente invariato.

A dimostrazione che tutto il mercato azionario europeo manca di spunti, di temi, di volumi di acquisto. È questi il vero problema che oggi ha attanagliato la Borsa di Milano. Ma che è un male di tutti i listini del Vecchio Continente, che si trascinano questo limite da settimane oramai.

Piovan si mette in evidenza e svetta del 6%

Tra le blue chip, gli spunti arrivano dai rimbalzi. STM è rimbalzata del 3,7% grazie alla buona apertura del Nasdaq. Banca Generali è salita del 2,7%. Tra i titoli a capitalizzazione minore, svetta tra tutti Piovan. Il titolo è alla seconda seduta rialzista e oggi ha realizzato un convincente 6%.

L’azione viene da un ribasso iniziato alla fine della prima decade di luglio. Oggi i prezzi hanno violato la trendline che costringeva l’azione in ribasso da 2 mesi, mandando un segnale di forza.

Piovan ha chiuso a 4,26 euro e a 4,365 euro ha una resistenza che se violata potrebbe spingere i prezzi in area 4,48/4,50 euro. E potrebbero tornare sui massimi di luglio a 5,5 euro.

Invece al ribasso è negativo un ritorno sotto 4 euro.

 

Approfondimento

Per conoscere l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, clicca qui.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te