Il panettone avanzato non verrà buttato se seguiremo questo semplice consiglio antispreco

Natale è finito ormai da un mese e molti di noi hanno ancora avanzi di cibo delle feste. Durante il periodo natalizio in molti acquistano numerosi dolci e pietanze che poi non vengono consumate. Probabilmente abbiamo ancora dei panettoni avanzati che non vogliamo più mangiare e che siamo tentati di gettare.

Dopo un mese di apertura non è più fresco e il sapore può essere un po’ stantio e poco fresco. Non dobbiamo disperare, però, è sufficiente conoscere i giusti trucchi per liberarci una volta per tutte di pandori e panettoni avanzati.

Spesso, infatti, riproporre la stessa pietanza in modi diversi può farla apparire nuova e diversa. Oggi, perciò, vedremo in che modo il panettone avanzato non verrà buttato se seguiremo questo semplice consiglio antispreco.

Perfetto per una merenda all’inglese

Il panettone è un dolce natalizio tipicamente italiano e celebre in tutto il Mondo. Dolcissimo e nutriente è molto simile a un dolcetto molto comune in Inghilterra di nome teacake. A differenza del nostro panettone, questo dolce viene servito a fette sottili e tostato su una griglia.

Questo dolce all’uvetta sultanina e ricco di burro ha un sapore avvolgente che è perfetto per essere intinto nel tè per una merenda nutriente. Se seguiamo questi consigli, potremo creare dei teacake perfetti da inzuppare nel tè pomeridiano con il vecchio panettone.

Quindi, se vogliamo terminare il panettone, non ci resta che tagliarlo a fette spesso 1 cm di forma quadrata. Avremo ottenuto delle porzioni simmetriche di simile dimensione. Adesso possiamo procedere alla tostatura in un tostapane oppure direttamente in un forno statico. Se il nostro panettone è molto secco, allora possiamo spalmare un po’ di burro.

Il panettone avanzato non verrà buttato se seguiremo questo semplice consiglio antispreco

Facciamo tostare da entrambe le parti le nostre fette, in modo da ottenere una tostatura uniforme e una consistenza croccante. Ora abbiamo due opzioni: o serviamo le nostre fette ancora calde in un piattino assieme a del burro e a della marmellata; oppure possiamo lasciare raffreddare e indurire il nostro dolce.

In questo modo avremo ottenuto delle fette biscottate da intingere nel tè che si conserveranno per diversi giorni.

L’importante è che le riponiamo in una scatola ermetica e le conserviamo all’ombra. In questo modo avremo dato nuova vita al panettone avanzato.

Approfondimento

Se amiamo le ricette antispreco, dobbiamo provare questo sugo vegano perfetto con ogni tipo di pasta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te