I 90 anni di Warren Buffet, mago della finanza che ha perso un tesoro 

I 90 anni di Warren Buffet, mago della finanza che ha perso un tesoro .

Warren Buffet, uno dei più grandi investitori di tutti i tempi, ha compiuto 90 anni. Il 2020 lo ricorderà come l’anno del grande tonfo del suo fondo, Berkshire Hataway, che ha perso 49,75 miliardi di dollari con la crisi da coronavirus. La pandemia lo ha reso più prudente. Ma non meno combattivo e credente nel valore dell’America come motore economico del mondo. Alla sua veneranda età, decide ancora da solo le sue mosse, per le quali utilizza strategie apparentemente semplici. Il risparmiatore privato può certamente prendere spunto dalla sua storia per orientare le sue scelte finanziarie. Scopriamo quali sono le mosse che gli hanno permesso di fare soldi per 50 anni consecutivi, con gli esperti dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

Acquistare azioni diventando un vero socio dell’azienda

Quando compra le azioni di una società, Warren Buffet si sente parte dell’azienda, come se sedesse nel consiglio di amministrazione. Compra i titoli e non li vende, a meno che non ci siano grossi problemi in arrivo. Quando Buffett entra in un’azienda, ne studia approfonditamente il business e il bilancio. Con il suo fondo è diventato azionista di una tra le più importanti imprese del mondo, per esempio quella che produce la nostra bevanda preferita alla cola. E ha talmente aumentato la sua quota, che ormai dialoga direttamente con gli amministratori. Per cercare di influire sulla gestione, naturalmente.

Preferire business semplici e non hi-tech

I 90 anni di Warren Buffet, mago della finanza che ha perso un tesoro. Fino ad oggi egli ha preferito investire in business semplici e comprensibili. Niente acquisti di titoli hi-tech, insomma. Ha sempre comprato in momenti di crisi durante il quale i prezzi delle azioni prescelte sono clamorosamente scesi. I suoi settori preferiti sono energia, assicurazioni, cemento e costruzioni, aziende municipalizzate che erogano servizi, aziende attive nell’editoria e nell’alimentare.

Individuare le prede giuste e aspettare il momento buono

Oltre a saper individuare le prede giuste, per entrare comprando azioni, Buffett aspetta che il prezzo dei titoli diventi clamorosamente vantaggioso. È capace di aspettare anche molti anni in attesa dell’occasione giusta. Su questo punto, si potrebbe commentare che se si conosce un po’ la tecnologia, non è difficile individuare azioni promettenti per il futuro. E che pochissimi risparmiatori privati oggi se la sentono di scommettere sull’eternità di un business. Come Buffet a Omaha, anche i fondatori delle grandi dinastie industriali francesi italiane in Lombardia e nel Triveneto, compravano azioni da tenere. Erano titoli delle compagnie di assicurazione, delle banche e dei grandi produttori manifatturieri. Le compravano poi non le vendevano più. Anzi, le dividevano in lotti e le lasciavano ai figli. Che in effetti ancora se le tengono.

Consigliati per te