I 3 metodi intelligenti per vivere in casa senza pagare le bollette

Eliminare tutti gli sprechi, ottimizzare gli impianti, migliorandone nel caso l’efficienza, e massimizzare tra le mura domestiche l’autoproduzione al fine di puntare all’indipendenza e all’autosufficienza energetica.

Sono questi, infatti, i 3 metodi intelligenti per vivere in casa senza pagare le bollette o, comunque, per abbatterle mensilmente in maniera rilevante sfruttando al massimo l’energia del sole.

Ecco i 3 metodi intelligenti per vivere in casa senza pagare le bollette

Nel dettaglio, per eliminare tutti gli sprechi è necessario alzare il livello di efficienza energetica dell’abitazione attraverso la riduzione delle dispersioni. E, quindi, agendo non solo sulle finestre, magari cambiando gli infissi, ma pure sul tetto e sui muri con il cappotto termico.

Gli sprechi di energia, inoltre, si abbattono utilizzando sempre gli elettrodomestici non solo ad alta efficienza, ma pure in un perfetto stato di manutenzione. Per esempio, se la lavatrice non è protetta e non è pulita contro il calcare, allora questa tenderà a consumare più energia elettrica.

Per quel che riguarda, invece, l’ottimizzazione degli impianti, la chiave sta nella caldaia. Da cambiare se è vecchia e comunque poco efficiente. Per esempio, acquistando una caldaia a pellet di nuova generazione che non solo si può collegare ai termosifoni. Ma è pure in grado di produrre acqua calda sanitaria anche attraverso l’integrazione con un sistema solare termico.

Autosufficienza e indipendenza energetica

Per ambire, infine, all’autosufficienza e all’indipendenza energetica, sfruttare al massimo l’energia del sole è d’obbligo. E, quindi, specie quando la casa è in costruzione, bisogna pensarci subito e in via preventiva. Decidendo di investire nel tetto fotovoltaico con gli accumulatori.

In questo modo l’impianto fotovoltaico produrrà energia mentre grazie alle batterie tutta l’elettricità in eccesso non consumata potrà essere, prima accumulata e, poi, sfruttata, in un secondo momento. Di notte e, soprattutto, per coprire il fabbisogno energetico in casa in corrispondenza dei picchi di consumo.

 

Consigliati per te