Gli gnudi toscani con gli spinaci e senza ricotta sono davvero gustosi

Gli gnudi sono un primo piatto classico toscano, nello specifico è una ricetta tipica delle città di Siena e Grosseto. Ogni territorio ha il suo cavallo di battaglia in cucina, nel caso della Toscana c’è ampia scelta. Questa regione privilegia senz’altro una cucina di terra, con l’uso di selvaggina, ottimi salumi stagionati e formaggi. A fare da padrona è la tradizione, le antiche ricette sono le più diffuse e tramandate, ma soprattutto richieste. Piatti semplici e allo stesso tempo tutt’altro che leggeri. I piatti tipici di questa regione sono consistenti e molto saporiti.

Il pane è sacro in Toscana

In Toscana il pane ha un valore particolare, è considerato sacro e per questo non va assolutamente buttato. Anche da raffermo il pane non va buttato, anzi è ampiamente utilizzato in cucina. A testimonianza di ciò ci sono le numerose ricette realizzate con questo pane. Per citarne alcune tra le più conosciute, ricordiamo la pappa al pomodoro, la farinata, l’acquacotta e tante altre ancora. Ma le prelibatezze toscane non finiscono qui. Esistono tante proposte invitanti anche tra i primi piatti, oltre alla famosa pappa al pomodoro, ci sono pici all’aglione, le pennette alla boscaiola, ma soprattutto bisogna ricordare i gustosi gnudi agli spinaci.

Gli gnudi toscani con gli spinaci e senza ricotta sono davvero gustosi

Gli gnudi si presentano alla vista come grossi gnocchi dalla forma allungata. Gli ingredienti base per la preparazione di questa ricetta sono la ricotta e gli spinaci. Tuttavia esistono anche alternative. Gli gnudi toscani con gli spinaci e senza ricotta sono davvero gustosi. La ricotta è l’ingrediente che dona consistenza al piatto, ma non è detto che senza il risultato non sia ugualmente ottimale. Vediamo gli ingredienti per circa quattro persone:

  • 500 g di spinaci;
  • 50 g di crema di anacardi;
  • 50 g di farina di grano saraceno;
  • noce moscata;
  • sale;
  • pepe;
  • 1 uovo;
  • 1 spicchio d’aglio.

Lavare gli spinaci e cuocerli in una padella con olio, aglio e sale. Dopo circa dieci minuti di cottura spostare gli spinaci, privati della parte liquida, in una ciotola a parte. Nella ciotola unire la crema di anacardi con pepe, noce moscata, l’uovo e la farina. Formare delle palline con il composto agevolando la lavorazione con un cucchiaio. Infarinare le palline e far bollire in acqua. Appena gli gnudi salgono a galla la cottura è giusta. Impiattare e condire.

Lettura consigliata 

L’incredibile ricetta per un primo piatto toscano pronto in pochi minuti e che ci farà riciclare anche il pane raffermo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te