Fondamentale sapere cosa vuol dire quando ci prude sotto i piedi e quando dovremmo preoccuparci

piede

Che fastidio quando iniziano a pruderci i piedi. Magari, siamo in giro e non possiamo certo toglierci le scarpe per dare una bella grattata. Il che ci obbliga a contorsioni incredibili per cercare, in qualche modo, di mitigare il fastidio.

Va detto che, in questa seccatura, non siamo soli, nel senso che quello del prurito sotto i piedi è un sintomo comune a molte persone. E, il più delle volte, si risolve nella grattata di cui sopra, che fa cessare il nostro disagio.

Da cosa possa dipendere questo prurito è importante scoprirlo

Il più delle volte, quello del prurito sotto il piede è la conseguenza di cause banali. Ad esempio, in estate, avere piedi eccessivamente sudati potrebbe portare a doverli grattare. Anche la pelle secca costringerebbe qualcuno a dare una bella grattata risolutiva. Che poi il senso di prurito potrebbe essere solo uno dei sintomi che ci danno noia.

Infatti il fastidioso prurito potrebbe essere accompagnato anche da bruciore o gonfiore. Per non parlare dell’eccessivo grattare che potrebbe provocare, alla lunga, anche delle infiammazioni o, addirittura, delle escoriazioni. Insomma, al di là di quel fastidio, potremmo peggiorare le cose senza un minimo di prudenza.

Non solo sotto il piede, ma anche nelle altre parti potremmo avere prurito

Non è solo un problema che si verifica sotto il piede. A volte, questo prurito potrebbe manifestarsi anche sul dorso o a lato. Per non parlare quando capita tra le dita, lì sì che è ancora più fastidioso. Oltretutto, non è nemmeno un problema che riguarderebbe solo gli anziani.

Nel senso che anche i più giovani, così come chi è nella mezza età, potrebbero avere problemi di prurito. Ed è fondamentale sapere cosa vuol dire quando ci prude, perché, a volte, il fastidio potrebbe nascondere un problema più serio. Ad esempio, essere la conseguenza di un problema alla pelle. Tra questi, potrebbe essere un segnale di dermatite atopica, di psoriasi o anche di un eritema solare estivo. Anche una reazione ad un determinato farmaco potrebbe causarci questo fastidio. O la formazione di batteri o funghi. Per non parlare delle punture di insetto.

Fondamentale sapere cosa vuol dire quando ci prude e quali rimedi usare

A volte, il prurito costante che non si attenua potrebbe dipendere da malattie diverse come insufficienza epatica o diabete. L’elenco è molto più lungo, ma tutto questo è per segnalare come non si dovrebbe mai sottovalutare il prurito. Soprattutto se è persistente. In tal caso, dovremmo subito andare dal nostro medico per farci visitare e magari farci vedere da uno specialista.

Uno dei rimedi della nonna più usati per far passare il prurito dei piedi è il classico pediluvio. Utilizzando il versatile bicarbonato che non è utile solo per togliere il cattivo odore alle spugne per pulire il bagno. In pratica, in una bacinella di acqua, versiamo bicarbonato ed immergiamo i nostri piedi in ammollo. Fondamentale, comunque, è usare sempre scarpe che siano comode e, nelle piscine, evitiamo di camminare a piedi scalzi. Anche un impacco freddo con bicarbonato e aceto di mele potrebbe alleviare il fastidio. Quest’ultimo, insomma, non sarebbe solo un toccasana nel mangiar sano anche in tema di prevenzione dell’infarto.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te