Favorirebbe ossa e arterie d’acciaio questo gustoso ortaggio di stagione da evitare se assumiamo anticoagulanti

La prevenzione come sappiamo non è mai troppa quando si parla di salute.

Non si tratta soltanto di effettuare controlli periodici e aderire a campagne di screening, ma anche di adottare corretti stili di vita.

Accanto ad un’attività fisica regolare è fondamentale seguire una dieta bilanciata, sana e ricca di nutrienti.

Si, perché la salute passa anche (e per alcune patologie soprattutto) dalla tavola, ormai lo sappiamo bene.

Ad esempio abbiamo visto come potrebbe bastare l’aggiunta di un ingrediente poco comune all’insalata per avere effetti benefici anche sul colesterolo.

In questo periodo poi in tanti siamo colpiti da diversi malanni di stagione.

A questi potremmo far fronte consumando un frutto spesso sottovalutato e perfetto per torte e marmellate.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta quando si tratta di decidere cosa portare in tavola per assicurarci una salute di ferro!

Favorirebbe ossa e arterie d’acciaio questo gustoso ortaggio di stagione da evitare se assumiamo anticoagulanti

Consumare alimenti seguendone la stagionalità è la strada migliore da percorrere per assicurarsi sempre prodotti di qualità.

Dovremmo inoltre riservare particolare attenzione al momento in cui prepariamo la lista della spesa.

Sarebbe consigliabile infatti preferire frutta e verdura non solo di stagione ma possibilmente da agricoltura biologica.

Questo assicurerebbe un ulteriore attestato di genuinità ai nostri pasti!

Tra le verdure di questo periodo ce n’è una che sembrerebbe essere una vera e propria fonte di benessere.

Favorirebbe ossa e arterie d’acciaio questo gustoso ortaggio di stagione da evitare se assumiamo anticoagulanti.

Stiamo parlando della verza, ottima sia a crudo come insalata sia in padella o in aggiunta ad alcune saporite ricette.

Scopriamo cos’è che la rende così speciale.

Tanti benefici ma occhio alle interazioni

Questo ortaggio sembra essere un vero e proprio elisir di lunga vita; è infatti ricco di tantissime vitamine e minerali.

Con soli 100 grammi di verza abbiamo a disposizione ben 36,6 mg di vitamina C, 76 mg di vitamina K e ben 170 mg di potassio.

Insomma, una vera “squadra” della salute.

In particolar modo il potassio e la vitamina K che spiccano per quantità favorirebbero la salute di cuore ed arterie allontanando l’aterosclerosi.

La presenza di calcio, fluoro e magnesio contribuirebbero inoltre a mantenere la buona salute delle ossa.

Unica nota dolente è la possibile interazione con i farmaci anticoagulanti.

Per questo chi sta seguendo una cura a base di certi principi attivi dovrebbe evitare di consumare questo alimento.

Ovviamente il proprio medico di fiducia, da consultare sempre e prima di chiunque altro, saprà chiarire ogni dubbio e richiesta in merito.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te