Faremo un figurone con gli ospiti a pranzo e cena grazie a questo risotto cremoso e coloratissimo

Il risotto è un piatto tipico della tradizione gastronomica italiana che non ha certo bisogno di presentazioni.

Le origini del piatto sono avvolte nel mistero ma pare che la Regione che diede i natali alla ricetta sia il Veneto, dal quale poi si diffuse in tutto lo stivale.

Oggi vedremo i segreti per preparare un delizioso risotto dal colore brillante e ricco di gusto grazie al quale faremo un figurone con gli ospiti.

L’ingrediente principale del risotto sarà una comunissima barbabietola rossa che impreziosiremo con una deliziosa fonduta di formaggio.

Da leccarsi i baffi

Grazie al tipico colore della barbabietola, messo a contrasto con la fonduta di formaggio, otterremo un risotto goloso dal forte impatto visivo.

Gli ingredienti per la preparazione del risotto sono:

  • barbabietole rosse;
  • riso Carnaroli;
  • vino bianco;
  • formaggio Castelmagno o Taleggio;
  • nocciole;
  • burro;
  • brodo vegetale.

Qualora non ne disponessimo cominciamo dalla preparazione di un velocissimo brodo vegetale. Sarà sufficiente far sobbollire per almeno 30 minuti una costa di sedano, una carota e una cipolla e, eventualmente, un pomodoro.

Fatto il brodo cominciamo con la tostatura del riso che sarà fatta a secco, ovvero senza grassi. Il momento per capire quando iniziare a sfumare il riso sarà quando non riusciremo a tenere i chicchi in mano. A questo punto potremo sfumare con del vino bianco e, una volta evaporato l’alcol, potremo bagnare con il brodo che dovrà essere sempre bollente. In questo modo avremo una cottura omogenea e perfetta del riso.

Faremo un figurone con gli ospiti a pranzo e cena grazie a questo risotto cremoso e coloratissimo

Mentre il risotto è in cottura dovremo semplicemente affettare le barbabietole e frullarle assieme a un goccio di olio e di sale. In questo modo otterremo una salsa dal colore vivido e brillante che aggiungeremo quasi al termine della cottura del risotto. Nel frattempo faremo a tocchetti il Castelmagno e lo faremo sciogliere a fiamma molto dolce in poco latte fin quando non otterremo una salsa. Ultimo passaggio sarà quello di tostare delle nocciole in padella che fungeranno da nota croccante del piatto.

Quando il risotto sarà cotto togliamolo da fuoco e mantechiamo con del burro freddo di freezer per poi aggiungere del Parmigiano grattugiato.

Trasferiamo il risotto nel piatto e decoriamolo con degli schizzi di crema al Castelmagno per ottenere un suggestivo contrasto di colore. In ultimo aggiungeremo anche le nocciole per poi gustare il risotto ben caldo.

Lettura consigliata

Invece degli spaghetti alle vongole ecco come condire la pasta con un fenomenale sugo di pesce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te