Ecco l’accorgimento fondamentale per ottimizzare i consumi della propria auto e spendere meno in benzina

Negli ultimi mesi la benzina ha raggiunto costi stellari. Come noto, il Governo ha dovuto effettuare degli interventi speciali per contenere l’aumento dei prezzi. È stata subito corsa al risparmio e al pieno. Tantissimi hanno fatto scorta di benzina, altrettanti hanno cercato di trovare metodi alternativi e più economici per spostarsi “al risparmio”. La verità è che non c’è un vero metodo universale per consumare poco con l’auto. Ma pochi sanno che guidare in modo corretto rispetto alla strada e al veicolo che si sta conducendo potrebbe essere la soluzione ideale. In tanti, ad esempio, già sanno come utilizzare un’auto col cambio automatico, ma molti altri nutrono un certo pregiudizio nei confronti di questo strumento. Ci sono moltissimi vantaggi e anche alcuni svantaggi. Certo è che ormai il cambio automatico può essere considerato alla pari dei modelli manuali e forse, in alcuni casi, anche superiore.

L’importanza del cambio

Usare un cambio automatico è di per sé un’operazione semplicissima, ma ci sono alcuni passaggi e accorgimenti fondamentali per ottimizzare il suo funzionamento. In questo modo è possibile che dia benefici anche allo stile di guida e ai consumi dell’auto. Il cambio automatico, infatti, ha una componente gestita elettricamente che dev’essere manovrata nel modo giusto. Di base, il cambio automatico ha tre impostazioni di guida: la modalità P, che sta per Parking e viene utilizzata per l’accensione e lo spegnimento del veicolo da fermo. La modalità D, che sta per Drive ed è quella di marcia normale.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Infine, la modalità R, che sta per retro ed è ovviamente la retromarcia. Cambiare tra queste tre modalità richiede, di solito, che il veicolo sia posteggiato e fermo e che il guidatore tenga premuto il pedale del freno. Sulla leva del cambio c’è un grilletto che consente di spostarsi tra le modalità. Alcuni modelli di cambio automatico hanno anche una modalità semi automatica, che permette di scegliere quando salire o scendere di trazione. È utile per avere un minimo di controllo a seconda della tipologia di strada.

Ecco l’accorgimento fondamentale per ottimizzare i consumi della propria auto e spendere meno in benzina

Una volta avviata l’auto in modalità drive, non ci si dovrà più preoccupare di interagire con il cambio. Il motore interno elettrico provvederà a effettuare gli scali o le alzate di marcia. Come si può allora ottimizzare l’utilizzo di questo strumento? Anzitutto è bene sapere che il cambio automatico possiede anche una modalità S, che sta per Sport. Questa impostazione accorcia i rapporti e velocizza i cambi, restituendo una guida più scattante al costo però di maggiori consumi.

Il trucchetto

Ma ecco l’accorgimento fondamentale per ottimizzare i consumi della propria auto. Per evitare di spendere troppo in benzina, dunque, è meglio lasciare il cambio automatico in modalità Drive o al massimo in modalità semi automatica. In questo modo, sarà l’impianto a gestire il tutto in maniera corretta per consumare meno benzina possibile e, alla fine, portare il guidatore al risparmio. Questa accortezza associata all’evitare continue accelerazioni e decelerazioni ottimizzerà al massimo il consumo della propria auto.

Approfondimento

Tagliare i consumi non solo in casa ma anche con l’auto, per questo motivo è meglio scegliere un’ibrida invece della benzina

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te