Ecco cosa succede secondo la scienza a chi mangia troppa carne rossa

Il desiderio di tutti è vivere una bella vita e possibilmente anche in buona salute. Oggi sappiamo bene che questa dipende molto dall’alimentazione. Non mangiare sempre la stessa cosa e controllare le quantità è molto importante. Un esempio può essere l’abuso di carne. Ecco cosa succede secondo la scienza a chi mangia troppa carne rossa.

La giusta porzione

Quando si va al supermercato è difficile resistere di fronte alle tante proposte alimentari e si vorrebbe riempire il carrello, con il rischio di qualche eccesso alimentare. Per fortuna ora cominciano le vacanze e la voglia di mare e montagna ci richiamano a curare meglio la dieta. Un’idea che dovremmo avere tutto l’anno, anche conoscendo meglio gli alimenti che si consumano.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A volte consultando delle ricette su internet oppure sedendo al tavolo di un ristorante, si sente parlare di porzione. Nelle ricette si legge di prendere una porzione di carne, oppure nelle diete si consiglia di non consumare più di due porzioni di pesce ecc. Se parliamo di carne rossa, oggi si è concordi che la porzione ideale è di 100 grammi.

Ecco cosa succede secondo la scienza a chi mangia troppa carne rossa

Non è consigliabile superare questa quantità soprattutto per motivi salutari. I 100 gr non sono una scelta legata all’estetica, per non riempire troppo il piatto. Né legata all’economia, per non far diventare il conto troppo salato. In questa valutazione rientrano criteri salutistici.

Fra questi c’è la recentissima scoperta di un gruppo misto di scienziati americani, che per la prima volta hanno accertato una relazione che si cercava da anni. Hanno potuto così verificare quello che prima era solo un sospetto. La scoperta riguarda la relazione che c’è fra la carne rossa e il cancro al colon retto dell’intestino.

La giusta quantità di carne

Gli studiosi hanno visto che la carne rossa, sia quella fresca come quella trasformata, contiene una sostanza appartenente alla famiglia dei nitrati. Questa sostanza induce una mutazione genetica nelle cellule del colon, trasformandole col tempo in cellule cancerogene.

Per evitare tutto questo bisogna restare nei limiti. Secondo il dott. Giannakis responsabile dello studio, Il limite da non superare, è di 150 gr al giorno. Ritorna allora molto valida la cosiddetta porzione, che stabilisce a 100 gr la giusta quantità da mangiare.

Il segreto per stare bene in salute è ancora una volta quello di seguire una dieta equilibrata, diversificando i cibi e nelle giuste quantità.

Per salvaguardare la salute, si faccia anche attenzione a questi cibi che nascondono sale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te