Ecco cosa bere a colazione invece del solito caffè o tè che sarebbe particolarmente indicato per chi soffre di reflusso, gastrite e problemi di cuore

“Chi bel comincia è a metà dell’opera” e noi, per iniziare bene la giornata, abbiamo bisogno di un’abbondante tazza di caffè. Ma abbiamo mai pensato a quali effetti ha la caffeina sul nostro organismo? Questa è un potente eccitante che ci tiene svegli e attivi. Infatti, le molecole della caffeina interagiscono con i recettori che regolano le funzioni del sistema nervoso, endocrino e cardiovascolare. Questa viene assorbita velocemente dall’intestino e avrebbe anche effetti a livello respiratorio e cardiocircolatorio, aiutando il rilascio di adrenalina e noradrenalina. Questi ormoni contribuirebbero all’aumento della pressione arteriosa e del battito cardiaco. Per questi motivi, è del tutto normale sentirsi eccitati e attivi quando la si assume. Ma ci sono alcuni casi in cui sarebbe altamente sconsigliato bere caffè durante la giornata.

Controindicazioni della caffeina

Sarebbe meglio evitare la caffeina durante la gravidanza e durante l’allattamento, poiché potrebbe riversarsi nel latte materno. Si dovrebbe evitare nel caso di osteoporosi o fratture, poiché riduce l’assorbimento del calcio nell’organismo. E, in ogni caso, dovrebbe essere evitata in quantità elevate, poiché potrebbe provocare tachicardia, nervosismo e insonnia. Infine, anche chi soffre di disturbi gastrici, come il reflusso gastroesofageo, non dovrebbe assumere caffeina. Questo perché le ammine simpatico-mimetiche potrebbero incrementare la secrezione acida dello stomaco, in modo drastico. In questi casi non andrebbe evitato solo il caffè, ma anche le altre sostanze che contengono caffeina come il tè, il cioccolato, le bevande energetiche e quelle molto zuccherate, come la Coca Cola.

Ecco cosa bere a colazione invece del solito caffè o tè che sarebbe particolarmente indicato per chi soffre di reflusso, gastrite e problemi di cuore

Ma niente paura, perché esiste un validissimo sostituto che si può bere in tutta tranquillità, anche in caso di problemi gastrointestinali e reflusso. Ovvero il caffè d’orzo. Questo è un surrogato del caffè, ma non contiene tracce di caffeina, perché nasce dall’infusione di orzo macinato e tostato. Avrebbe numerose proprietà digestive e antinfiammatorie, contro bruciori e irritazioni. Non contenendo alcune sostanze stimolanti, non entrerebbe in conflitto con nessuna patologia o assunzione di farmaci. È una bevanda poco calorica ed è perfetta per chi soffre di ansia o problemi al cuore. Avrebbe anche virtù antiossidanti, antisettiche per il mal di gola e favorirebbe la digestione. È ricco di sali minerali, ferro, potassio e calcio. Regolarizzerebbe il battito cardiaco ed avrebbe un basso contenuto calorico, che lo renderebbe adatto anche ai diabetici. Ecco cosa bere a colazione invece della solita caffeina, che avrebbe molti benefici contro reflusso e tachicardia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te