È una delle parti più sporche del nostro corpo ma talvolta la trascuriamo commettendo un grave errore per la salute

L’igiene personale è qualcosa di cui tutti dovremmo occuparci costantemente. Il nostro corpo ha bisogno di essere sempre pulito e sano, per evitare la proliferazione di funghi e batteri. Molto spesso, però, capita di non prestargli cure adeguate quando si è sotto la doccia o durante un bagno caldo. Questo perché magari si è di fretta o perché si pensa che l’acqua di per sé sia in grado di rimettere a nuovo la nostra pelle. Ma non è così.

Questa, ad esempio, è una delle parti più sporche del nostro corpo ma talvolta la trascuriamo commettendo un grave errore per la salute. Vediamo qual è e come prendercene cura, con l’aiuto della nostra Redazione.

Per una pulizia completa non dimentichiamoci dell’ombelico

Forse in pochi ci pensano, ma l’ombelico è una delle zone che spesso ignoriamo quando ci laviamo. Commettendo uno sbaglio grossolano. Infatti, oltre che ad essere uno strumento di seduzione per le donne, è anche un incredibile ricettacolo di batteri. Merito di una scarsa igiene, dentro si possono annidare polvere, fibre dei vestiti e residui di bagnoschiuma. Un habitat perfetto per i microrganismi dannosi.

Come prendersi cura di questa parte del corpo

L’ombelico, dunque, è una delle parti più sporche del nostro corpo ma talvolta la trascuriamo commettendo un grave errore per la salute. In ogni caso possiamo prendercene cura con qualche piccola e semplice azione.

Per esempio, potremmo utilizzare un cotton fioc imbevuto di acqua ossigenata e alcol denaturato. Basta strofinarlo sopra con dei gesti circolari leggeri, dall’esterno fino all’interno. Bastano pochi minuti. Quando abbiamo finito passiamo un altro cotton fioc questa volta asciutto per togliere le tracce di umidità. Ripetiamo questa operazione una volta alla settimana.

In alternativa possiamo riempire un bicchiere con una soluzione di acqua calda e sale marino. Ci sdraiamo e versiamo il liquido disinfettante sull’ombelico, lasciandolo agire per qualche minuto. Dopodiché tamponiamo con un batuffolo o un dischetto di cotone per asciugare bene tutto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te