È sbalorditivo come potremmo curare gola irritata, catarro, raffreddore e tosse persistente

Con le temperature in picchiata l’inverno non tarda mai a presentarci il conto “regalandoci” i classici disturbi di stagione. In alcuni casi questi si potrebbero presentare come dolori articolari dettati dal freddo e dall’aumento di umidità. Infatti avevamo trattato questo tipo di disagi invernali fornendo un rimedio della nonna che farebbe faville per proteggere ossa e articolazioni.

Tuttavia non sono solo i dolori alle ossa quelli che bussano alla porta d’inverno. Infatti altrettanto frequenti sono i disturbi delle vie respiratorie che si manifestano con tosse, raffreddore e catarro.

Oggi presenteremo dei rimedi naturali per aiutarci a combattere questi fastidiosi inconvenienti stagionali e, in più, tenerci al caldo.

È sbalorditivo come potremmo curare gola irritata, catarro, raffreddore e tosse persistente

La prima soluzione che presentiamo è un rimedio spesso impiegato contro i dolori di stomaco, reflusso e vomito. Tuttavia la camomilla potrebbe essere un fenomenale alleato anche contro le irritazioni alla gola. La camomilla infatti può essere sia utilizzata come bevanda sia come liquido per disinfettare la gola. Per farlo dovremo realizzare il classico infuso di camomilla che poi dovrà essere lasciato freddare. Una volta tiepido questo può essere utilizzato per effettuare sciacqui e gargarismi contro le irritazioni del cavo oro faringeo.

Il terribile catarro

I casi di tosse grassa comportano anche la manifestazione dello sgradevolissimo catarro. Per aiutare l’organismo ad espellerlo ed avere polmoni più liberi, potremmo scoprire un fedele alleato nel rosmarino. In questo caso non lo utilizzeremo come tisana, piuttosto sfrutteremo le proprietà del rosmarino utilizzandolo per dei suffumigi. Mettiamo a bollire gli aghi del rosmarino, circa 10 cucchiai, in un litro d’acqua. Portiamo il tutto a bollore e lasciamo andare per un paio di minuti.

Una volta pronto il decotto, togliamolo dal fuoco e con attenzione dovremo inspirarne i vapori mettendo la testa coperta da un asciugamano sopra la pentola.

Come già detto, durante questa operazione facciamo attenzione a non scottarci con la pentola e a non avvicinare troppo il viso all’acqua bollente.

Amico della digestione, nemico della tosse

Infine un’ottima bevanda che generalmente viene consigliata dopo i pasti per le sue proprietà digestive sono le tisane di finocchio. Tuttavia pochi sanno che i semi del finocchio potrebbero aiutare a placare la fastidiosa tosse persistente. Pare infatti che il finocchio grazie alle sue proprietà possa aiutare a lenire i dolori al petto, aprire i bronchi ed alleviare la tosse.

Rimedi naturali ma con attenzione

È sbalorditivo come potremmo curare gola irritata, catarro, raffreddore e tosse persistente con queste soluzioni naturali. È però doveroso ricordare che le cure naturali non possono sostituirsi alla medicina e prima degli interventi fai da te è sempre bene il parere di un medico.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te