Avevano ragione le nonne che per proteggere ossa e articolazioni dall’umidità questo rimedio naturale farebbe faville

Se è vero che il tratto caratteristico di autunno e inverno sia il freddo, di certo non è da meno l’aumento di umidità dentro e fuori casa. Le temperature si abbassano e le piogge aumentano innalzando inevitabilmente il livello di umidità. Proprio a causa di questo aumento, non è raro che talvolta possiamo riscontrare dei fastidi alla muscolatura e dolori articolari. Infatti, una volta colpita da freddo e umidità, la muscolatura tende a diventare più contratta e rigida accentuando i fastidi alle articolazioni. Naturalmente quando questi dolori si manifestano in modo costante o acuto dovremo far ricorso al consiglio di uno specialista. Tuttavia, nei casi più lievi, potremmo trovare conforto in un vecchio rimedio domestico che sfrutta un ingrediente che ognuno di noi ha in casa.

Saggezza popolare

Tra le zone più colpite da questo tipo di disagio ci sono la schiena, le ginocchia, il collo e le articolazioni delle mani. Sarà capitato a molti, a qualsiasi età, di percepire intorpidimento e dolore in queste zone a seguito di una lunga giornata umida.

Ad aiutarci contro questo fastidioso problema invernale arriverebbe la saggezza popolare delle generazioni passate che utilizzavano impacchi di sale caldo. Non è un caso che oggi, tra i tanti rimedi naturali proposti contro questo problema, siano in vendita appositi cuscini al sale. Questi sono generalmente riempiti di sale rosa dell’Himalaya o di sale marino integrale, impiegati spesso nelle cure naturali, oltre a vantare ottime qualità per la cucina.

Ma vediamo allora come realizzare il nostro sacchetto anti umidità.

Avevano ragione le nonne che per proteggere ossa e articolazioni dall’umidità questo rimedio naturale farebbe faville

Tutto quello di cui avremo bisogno è del sale grosso, ancora meglio se sale rosa dell’Himalaya o sale marino integrale.

Disporremo su di una padella 4 o 5 manciate abbondanti di sale, a seconda del bisogno, e lasciamo che questo aumenti di temperatura. Quando questo avrà preso calore e comincerà a scoppiettare leggermente sarà il momento di spegnere la fiamma.

Facendo attenzione a non scottarci, trasferiamo il sale caldo all’interno di un panno di lana, un asciugamano o un calzino.

In pochi minuti avremo ottenuto il nostro sacchetto al sale caldo da applicare sulla zona interessata per circa 10-15 minuti. Prima dell’applicazione sarà opportuno verificare che la temperatura non sia troppo alta per la nostra pelle.

Piccole osservazioni

Avevano ragione le nonne che per proteggere ossa e articolazioni dall’umidità questo rimedio naturale farebbe faville ma, come detto in precedenza, nei casi più frequenti e acuti è indispensabile un consulto medico. I rimedi naturali possono venire in nostro aiuto ma non possono in alcun modo sostituirsi al parere di un espero.

Approfondimento

Basterebbero 15 minuti di quest’attività per fare scorta di vitamina D e rinforzare le ossa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te