È davvero prezioso per l’organismo questo pesce magrissimo, ricco di omega 3 e proteine

Consumare pesce con una certa frequenza è molto importante per il nostro organismo. Infatti, essendo un alimento ricco di grassi buoni, vitamine, proteine e minerali, il pesce aiuterebbe a ridurre i livelli di trigliceridi e la pressione sanguigna.
Mangiarne quindi due porzioni a settimana (circa 200 grammi) potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e ictus.
Tra le tante varietà di pesce disponibili durante questo periodo, ne spicca una che pochi conoscono, ma che potrebbe valere oro per la salute.

È davvero prezioso per l’organismo questo pesce magrissimo, ricco di omega 3 e proteine

In questo articolo parleremo del San Pietro, o sampietro, un pesce molto comune nei nostri mari, soprattutto nel Mediterraneo. Forse snobbato per il suo aspetto: ha una sagoma ellissoidale e schiacciata, la testa grande con diverse protuberanze e spine e la bocca molto larga. La caratteristica più singolare, però, sta nella macchia scura che presenta al centro sui fianchi. Secondo alcune leggende popolari, infatti, pare che queste macchie siano proprio le impronte di San Pietro, che l’avrebbe catturato di persona.

Nonostante l’aspetto non proprio invitante, quindi, la carne è davvero molto saporita e pregiata dal punto di vista nutrizionale. Inoltre, è perfetto anche per i bambini, perché possiede poche e grandi spine, facilmente individuabili durante la pulizia.

Benefici e proprietà nutrizionali

In Italia, il periodo migliore per acquistare il sampietro fresco è compreso tra gennaio ed aprile.
Per quanto riguarda i benefici e le sue proprietà, va innanzitutto sottolineato che il sampietro contiene molte proteine di alta qualità. Inoltre, è una fonte di omega 3 e per questo motivo potrebbe essere un ottimo alleato per la salute del cuore.
Apportando soltanto 83 calorie ogni 100 grammi di prodotto, il sampietro è anche un pesce molto magro, ideale da inserire nelle diete ipocaloriche.
Quindi, molti lo snobbano ma è davvero prezioso per l’organismo questo pesce magrissimo, ricco di omega 3 e proteine.

Una ricetta che ne esalta il sapore

Dal momento che si tratta di un pesce molto saporito, il miglior modo per esaltarne il gusto è cuocerlo nella maniera meno aggressiva possibile. Quindi, sono preferite cotture lente e non violente come la frittura o quella alla piastra.

Una ricetta ideale è il sampietro all’acqua pazza.
Una volta pulito il pesce, condiamo l’interno della pancia con olio EVO, 2 spicchi d’aglio, gambi di prezzemolo, sale e pepe. Fatto ciò, prendiamo un tegame e lasciamo soffriggere leggermente nell’olio uno spicchio d’aglio e dei pomodorini gialli e rossi tagliati a metà. Adagiamo il sampietro al centro, aggiungiamo un altro po’ di sale e sfumiamo con del vino bianco. Una volta evaporato l’alcool, versiamo un paio di bicchieri d’acqua e ricopriamo il tegame lasciando cuocere lentamente per 30 minuti.
Ricordiamo, inoltre, che per fare un ottimo pesce all’acqua pazza possiamo aggiungere questo ingrediente segreto che insaporirà ancor di più la ricetta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te