È arrivato il momento di raccogliere quest’ortaggio, fonte inesauribile di vitamine antiossidanti

I peperoni rientrano tra gli ortaggi più consumati e coltivati, non solo in Italia, ma in tutto il Mondo.
Oltre all’estrema versatilità in cucina, essi sono ottimi per gli straordinari benefici che apportano all’organismo.

Come riportano anche varie pubblicazioni scientifiche, i peperoni sono infatti riconosciuti per le loro incredibili proprietà antiossidanti. Ciò è dovuto all’alta quantità di vitamine A, C e beta-carotene.
Inoltre sono ricchi di sali minerali, come il potassio, che potenzia la salute dell’apparato cardiocircolatorio.
Ed infine, favoriscono anche la digestione ed il senso di sazietà, grazie ad un buon apporto di fibre.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ora è arrivato il momento di raccogliere quest’ortaggio, fonte inesauribile di vitamine antiossidanti

Su Proiezionidiborsa, durante questi mesi, abbiamo più volte svelato trucchi e consigli su come avviare e gestire una coltivazione di peperoni. Ad esempio, abbiamo visto anche che, piantando vicino quest’erba aromatica, saremmo riusciti a rendere i nostri peperoni ancora più carnosi e saporiti.

Ora, però, è il tempo della raccolta e bisogna capire quale sia il momento giusto per staccarli dalla pianta. I peperoni funzionano proprio come i pomodori, perché il processo di maturazione avviene in due fasi. Prima maturano internamente, poi esternamente. Quindi, se la buccia è ancora troppo verde, vuol dire che la fase di maturazione non è ancora terminata.

Per questo motivo, alcuni peperoni maturano prima di altri e bisogna raccoglierli poco per volta, aspettando che quelli più piccoli crescano ancora. Questo passaggio è fondamentale, perché così eviteremo di far maturare troppo gli ortaggi prematuri, lasciando spazio, aria e nutrienti a quelli tardivi.

Come raccogliere e conservare i peperoni

Quindi, è arrivato il momento di raccogliere quest’ortaggio, fonte inesauribile di vitamine antiossidanti e tanto altro.
Prelevarli dalla pianta è molto semplice. Basterà, infatti, tenere in una mano il peperone scelto, per poi tagliare con delle cesoie il gambo, staccandolo di un centimetro.
I peperoni poi, andranno riposti in dei contenitori, senza schiacciarli l’uno contro l’altro ed evitando ammaccature.

Una volta finito, possiamo decidere di consumarli oppure di conservarli.
Un metodo efficace di conservazione, è la conserva di peperoni, che le nostre nonne sapevano benissimo come preparare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te