Dopo i 40 anni ecco le tinte da evitare perché invecchiano di 10 anni anche se si ha un taglio che ringiovanisce

Quando i capelli cominciano ad annoiarci o a diventare bianchi, taglio e colore possono fare miracoli, ma anche clamorosi disastri. Affidarsi alle mani esperte del parrucchiere di fiducia è una buona scelta, ma con un occhio a quello che accade alla nostra chioma. Il taglio o il colore sbagliati, infatti, possono far sembrare più vecchie anche di 10 anni.

Soprattutto dopo i 40, bisogna fare davvero attenzione a non commettere errori.

Tutte stanno chiedendo al parrucchiere questo taglio alla moda perché sta veramente bene su ogni viso, quindi col taglio andiamo sul sicuro. Però il vero cruccio è il colore.

Scopriamo quali sono le tinte assolutamente da evitare dopo i 40 anni perché invecchiano, anche se si sceglie il taglio perfetto.

Dopo i 40 anni ecco le tinte da evitare perché invecchiano di 10 anni anche se si ha un taglio che ringiovanisce

Le tinte da evitare dopo i 40 anni sono sicuramente quelle troppo scure. Nessuna vuole l’effetto Morticia, quindi è meglio dimenticarsi del nero corvino o di altri colori scuri e pesanti.

Vale anche il contrario, cioè evitare le tinte troppo chiare, soprattutto se dal tono freddo. A meno che non si abbia una pelle perfetta e non si dimostrino già molti anni in meno, le tinte ghiaccio e platino sono off limits. Infatti, sono capaci di invecchiare di parecchi anni, soprattutto chi ha gli occhi molto scuri o la pelle particolarmente pallida. Potrebbero funzionare su donne del tipo cromatico freddo, ma sarebbe meglio fare una prova prima di fare danni.

In generale, vale il principio di evitare i colori che contrastano in modo troppo sbilanciato con la propria pelle. A tale proposito, può essere utile fare un test di armocromia per analizzare tono e sottotono della pelle e scegliere il colore giusto.

Altri 2 consigli per evitare danni dal parrucchiere

Vediamo altri 2 consigli per evitare danni dal parrucchiere quando dobbiamo scegliere il colore.

Le amanti dei classici colpi di sole potrebbero provare altre tecniche di schiaritura dei capelli. I colpi di sole, infatti, possono far sembrare più vecchie e sono anacronistici. Le strisce nette e ben visibili sono ormai superate grazie all’uso di tecniche che fanno sembrare ogni riflesso più naturale. Non solo balayage e shatush ecco come schiarire e illuminare i capelli con questa colorazione strepitosa per l’inverno.

In questo modo si evita anche l’ultimo danno che si potrebbe fare sulla propria chioma, ossia scegliere tinte piatte e monocromatiche. Queste tinte invecchiano anche le più giovani e spengono ogni viso. Grazie alle sfumature, si può invece ottenere un colore più vibrante e tridimensionale che ringiovanisce e dà vitalità e luce a ogni età.

Dopo i 40 anni ecco le tinte da evitare perché invecchiano di 10 anni anche se si ha un taglio che ringiovanisce.

Per un cambiamento radicale in anticipo sui tempi, è questo lo stile di capelli che spopolerà nel 2022 e che tantissime stanno già chiedendo al parrucchiere.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te