Dolori addominali, febbre, diarrea con muco e sangue potrebbero essere sintomi di 2 malattie curabili con questi farmaci innovativi

Si tratta di malattie infiammatorie croniche che riguardano lo strato mucoso del colon e i tratti del tubo digerente. Le cause non sono ancora ben conosciute ma si presume che siano multifattoriali, cioè che dipendano da mutazioni genetiche, stress psicologici e abitudini della quotidianità che minano l’organismo.

La rettocolite ulcerosa e il morbo di Crohn hanno diversi sintomi, che variano a seconda dell’estensione della malattia. Dolori addominali, febbre, diarrea sono solo alcuni di essi e possono peggiorare a seconda della gravità. Se notiamo la presenza di muco e sangue nelle feci, dobbiamo rivolgerci al medico e fare delle analisi approfondite.

Certe volte queste malattie potrebbero presentarsi a causa di un abuso di antibiotici, soprattutto superata una certa età. La gestione dei medicinali dovrebbe sempre essere corretta per evitare che gli effetti benefici si trasformino in armi a doppio taglio. I fattori ambientali, poi, rimarrebbero comunque i nemici più pericolosi, anche rispetto a quelli genetici.

Avere più opzioni

Nel 2014 è stato approvato il primo medicinale biotecnologico mirato alla cura dell’intestino e cioè il Vedolizumab. L’innovazione sta nel fatto che il farmaco è in grado di bloccare la comunicazione tra la malattia e l’organo da attaccare. I dati clinici avrebbero dimostrato una maggiore efficacia rispetto agli antitumorali, la cui terapia non è andata a buon fine.

Altri farmaci sono stati introdotti in seguito, per cercare di aumentare l’arsenale a disposizione dei medici nel rispetto della sicurezza del paziente. Lo Xeljanz, un medicinale ad assunzione orale in utilizzo dal 2018, ha permesso di evitare la somministrazione endovenosa o sottocutanea. Questo medicinale era già in uso per l’artrite reumatoide e quella psoriasica. Gli studi hanno dimostrato la versatilità di questo farmaco e l’utilità nella cura dell’intestino.

Dolori addominali, febbre, diarrea con muco e sangue potrebbero essere sintomi di 2 malattie curabili con questi farmaci innovativi

In Europa sono più di 3 milioni le persone colpite da malattie infiammatorie riguardanti l’intestino. La colite ulcerosa è la più diffusa ed è invalidante, perché presenta complessità difficili da affrontare. Avere il maggior numero di opzioni a disposizione è per i medici molto importante. La prevenzione e il consumo quotidiano di cibi benefici rimane un aspetto fondamentale da non trascurare per occuparci al meglio di un organo così delicato.

Lo scorso anno i ricercatori hanno approvato un farmaco utilizzato per la cura della sclerosi multipla anche per il trattamento sul lungo periodo della rettocolite ulcerosa.  L’Ozanimod è un immuno-modulatore che bloccherebbe i linfociti, cioè le cellule che sono la causa delle infiammazioni nei linfonodi. Lo studio pubblicato sul New England Journal of Medicine ha visto protagonisti i ricercatori italiani da sempre in prima linea nell’esplorazione delle nuove frontiere mediche.

Lettura consigliata

Anche le feci potrebbero essere un campanello d’allarme per questi tumori che potrebbero riguardare i giovani

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te