Difese immunitarie alle stelle con 5 super alimenti che spazzano via stanchezza e malattie autoimmuni

Non sempre la spossatezza e la sensazione di debolezza scompare dopo il riposo notturno e spesso diventa una condizione persistente. Talvolta si associa anche a dolori articolari e muscolare, alla pelle secca, al mal di testa e alla perdita di capelli. In tali casi è assai probabile che la funzionalità del sistema immunitario sia in tilt e non riesca a proteggere l’organismo da infezioni e patologie. Tuttavia alcuni studi hanno ampiamente dimostrato che le barriere immunitarie si rafforzano sensibilmente con assunzioni giornaliere di specifici micronutrienti. In particolare, si riduce di molto il rischio di contrarre infezioni se nella dieta alimentare rientrano regolarmente cibi che contengono vitamina C, D, B12, zinco, ferro e selenio. I nutrizionisti suggeriscono spesso ne bastano 4/5 grammi a pranzo per combattere spossatezza, tachicardia e pressione alta.

In sostanza si possono portare le difese immunitarie alle stelle con 5 super alimenti che spazzano via stanchezza e malattie autoimmuni. Nuova vita dunque alle cellule immunitarie con frutta, frutta secca, verdura, cereali integrali e yogurt ricchi di prebiotici. Nello specifico occorre individuare quali varietà particolari di frutta, verdura e altri cibi presentano le giuste quantità dei micronutrienti utili al funzionamento del sistema immunitario. Per cui via libera ai 5 cibi che contengono miniere di ferro contro stanchezza, insonnia e anemia. D’altronde spesso è proprio una carenza di ferro a provocare la sensazione di debolezza e di pesantezza alla testa che compromette la qualità della vita.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Difese immunitarie alle stelle con 5 super alimenti che spazzano via stanchezza e malattie autoimmuni

Per garantire invece il fabbisogno di vitamina B12 e di selenio bisogna mangiare uova nelle dosi raccomandate e anche se si soffre di ipercolesterolemia. E questo perché non sono le uova ma questi 5 cibi e bevande a far aumentare colesterolo e trigliceridi. La vitamina C e B12 risultano indispensabili perché agevolano attività immunostimolanti e accelerano il metabolismo energetico. Inoltre per reperire la vitamina C e contrastare l’azione dei radicali liberi si raccomanda di consumare frutta fresca come kiwi e agrumi. Ma insieme alla frutta anche verdure come spinaci, cicorie, broccoli, cavoli, pomodori e peperoni. Fra i cibi da portare a tavola per coprire il fabbisogno di vitamina D invece vi sono funghi, pesce azzurro, salmone, frattaglie e formaggi grassi. A questi alimenti si aggiungono anche quelli ricchi di antiossidanti come aglio, thè verde, curcuma e cannella che corroborano lo scudo protettivo del sistema immunitario.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te