Cosa sapere prima di assumere gli antibiotici e fare di testa propria

farmaci

Stare bene e sentirsi in forma è l’obiettivo primario per un’esistenza lunga e felice, per questo è fondamentale un’alimentazione sana e variegata. Consumare cibi sani e di stagione potrebbe allontanare mali come l’influenza e allontanare il ricorso sempre più frequente ai farmaci.

Ad esempio, contro l’influenza stagionale si potrebbe portare in tavola il mandarino per rafforzare il sistema immunitario. Allo stesso modo alcuni ortaggi, come il radicchio rosso, potrebbero avere effetti antinfiammatori per i nostri dolori articolari.

Adottare pertanto uno stile di vita attivo e un’alimentazione sana potrebbe allontanare l’insorgenza di disturbi e dolori, riducendo anche l’utilizzo di farmaci. In occasione della giornata europea sull’uso consapevole degli antibiotici di appena qualche giorno fa, il Ministero della Salute ha evidenziato quanto sia importante prevenire l’antimicrobico-resistenza.

Chissà quante volte abbiamo pensato di combattere l’influenza con gli antibiotici che abbiamo in casa senza consultare il medico. In realtà, in questi casi gli antibiotici potrebbero non essere efficaci in quanto nella maggior parte dei casi l’influenza ha origine virale.

Cosa sapere prima di assumere farmaci, in particolare antibiotici

Un utilizzo improprio ed eccessivo di antibiotici a lungo andare può causare antibiotico-resistenza, molto pericolosa per la salute. La Giornata europea per l’uso consapevole degli antibiotici si celebra proprio nella Settimana Mondiale della Consapevolezza Antimicrobica. Tale iniziativa ha come obiettivo la sensibilizzazione sulla minaccia rappresentata dalla resistenza agli antimicrobici, tra cui i più temuti risultano gli antibiotici.

Si calcola che ogni anno circa 33.000 persone muoiono per un’infezione legata a batteri resistenti agli antibiotici. Un batterio si definisce antibiotico-resistente quando è in grado di resistere all’attacco degli antibiotici specifici che dovrebbero invece contrastarlo. Un ricorso eccessivo o improprio ai farmaci antibiotici può contribuire alla comparsa e alla diffusione dei batteri resistenti.

Trattare infezioni dovute a batteri resistenti è molto difficile perché vuol dire trovare antibiotici nuovamente efficaci. Ciò potrebbe ritardare la terapia e aggravare ancor di più le condizioni del paziente.

Come comportarsi

Innanzitutto, è necessario evitare l’autoprescrizione o l’automedicazione e utilizzare gli antibiotici solo se prescritti dal medico e mai quelli utilizzati per una precedente terapia. Bisogna poi ricordare che gli antibiotici sono farmaci per le infezioni batteriche e non hanno alcuna efficacia contro infezioni come raffreddore o influenza.

L’arma vincente contro la resistenza agli antibiotici è sicuramente un utilizzo consapevole degli stessi. Sono di fondamentale importanza per la cura di malattie di origine batterica sia per l’uomo che per gli animali.

Gli antibiotici sono un bene prezioso e vanno utilizzati correttamente e responsabilmente. Ecco pertanto cosa sapere prima di assumere antibiotici e combattere la diffusione di batteri resistenti.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te