Consigli su come applicare la crema anticellulite con un massaggio drenante

Molti di noi acquistano creme anticellulite per il problema della pelle a buccia d’arancia. Certamente va ricordato che una soluzione last minute si può ricorrere al make up gambe. Giorno dopo giorno, invece, possiamo applicare creme che contengono dei principi attivi che stimolino il microcircolo. Contengono ad esempio la centella asiatica o l’escina. Il trattamento locale di questo odiato inestetismo può essere potenziato tramite una corretta applicazione. Si consiglia di applicare due volte al giorno la crema per ottenere dei buoni risultati ma ecco come procedere.

Consigli su come applicare la crema anticellulite con un massaggio drenante

Le creme anticellulite sono ottime anche come base per altri trattamenti come ad esempio i massaggi drenanti che eliminano le tossine. Vale la pena ricordare che Il senso in cui va spalmata la crema è fondamentale. Occorre cioè procedere dal basso verso l’alto. Questo è molto importante per promuovere la circolazione periferica.

Massaggio fai da te per la cellulite delle gambe

La tecnica che andremo ad effettuare è detta dello sfioramento e va a stimolare la circolazione linfatica e il microcircolo.
Prendiamo una noce di prodotto e, con la mano aperta ma le dita le une vicino all’altra, disegniamo dei piccoli cerchi partendo dal ginocchio e salendo fino ai fianchi. La sequenza parte dall’esterno delle cosce, terminando con l’interno. Una mano seguirà l’altra effettuando i medesimi movimenti circolari.

La tecnica dell’impastamento per drenare le cosce e la zona glutei

Questa tecnica prevede una stimolazione dei tessuti più profonda rispetto alla precedente. La posizione delle mani da tenere è a palmo aperto con il pollice e l’indice che formano una “L” . Posizioniamo entrambe le mani perpendicolari alla fascia muscolare. Prendiamo un lembo di pelle con la “L” firmata da pollice ed indice, come quando si fa un pizzicottto. Portiamo la pelle verso l’interno coscia e rilasciamo. A seguire lo stesso movimento dovrà farlo la seconda mano. Le due mani dovranno alternarsi l’una dopo l’altra. Poco a poco si dovrà salire verso i fianchi.
Dapprima si esegue la tecnica dell’impastamento con le sole dita e poi si passa a quella con la mano intera. In questo caso il lembo di pelle che solleveremo sarà compreso fra le dita ed il palmo della mano. Come descritto sopra, sollevato una frazione di pelle e la portiamo verso l’interno coscia. Una mano seguirà l’altra.

Più toniche anche dopo i 50 anni

A questo punto potremmo passare alla tecnica detta del ferro da stiro. Va ricordato però che con qualsiasi tecnica dovremmo fare poca pressione ed evitare la formazione di lividi. Soprattutto la zona dell’interno cosce è molto delicata quindi ricordiamo di non esagerare con la pressione delle dita e del palmo.
Questo massaggio viene praticato sempre tenendo le mani che formano una “L” compresa fra pollice ed indice. Come nella tecnica precedente prendiamo un lembo di pelle fra indice e pollice, con entrambe le mani. Le mani saranno disposte una sotto l’altra perpendicolari alla muscolatura. Ora con una mano tiriamo la pelle da una parte e con l’altra mano tiriamo verso il senso opposto. Proseguiamo con questo movimento salendo fino ai fianchi e ai glutei.
Ricordiamo che in presenza di capillari o di edemi è meglio affidarsi a professionisti e soprattutto non utilizzare creme termogeniche ad effetto caldo. Ecco alcuni consigli su come applicare la crema anticellulite.

Lettura consigliata

Per quanti minuti dovremmo camminare in mare per eliminare la cellulite

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te