Concorso Agenzia delle Dogane, i primi 2 bandi per 980 assunzioni

Già lo scorso mese si era ampiamente parlato dei concorsi per l’assunzione di circa 1.800 persone diplomate e laureate per le strutture dell’Agenzia delle Dogane. Si tratta di un attesissimo maxi concorso per assunzioni a tempo indeterminato che ha annunciato a giugno Marcello Minenna, direttore dell’agenzia. A differenza di quello che si poteva inizialmente pensare, però, il reclutamento sarà articolato su diversi bandi. Per il concorso Agenzia delle Dogane, i primi bandi sono in arrivo il prossimo 30 agosto. Ma scopriamo di più.

I primi due bandi dell’Agenzia delle Dogane

L’Agenzia delle Dogana ha reso noto che i primi due bandi di reclutamento saranno pubblicati il giorno 30 agosto 2022. Si tratta solo delle prime due selezioni che serviranno a reclutare 980 nuovi dipendenti a tempo indeterminato.

Con un avviso del 3 agosto il direttore dell’Agenzia delle Dogane ha reso noto che proprio a fine mese sarà pubblicato il bando per le prime due selezioni. Il personale reclutato con questi due primi bandi è destinato alle strutture centrali e regionali dell’Agenzia e riguardano:

  • assunzione di 340 figure professionali che saranno inquadrate nella fascia retributiva f1 e nella terza area (laureati). Per questi inquadramenti la retribuzione supera i 1.900 euro mensili;
  • assunzione di 640 figure professionali da inquadrare con fascia retributiva f3 nella seconda area (diplomati). Per questo inquadramento la retribuzione raggiunge quasi i 1.800 euro mensili.

Dove consultare i bandi di concorso?

Questi due primi bandi, come abbiamo anticipato, saranno pubblicati il 30 agosto. Potranno essere consultati leggendo la Gazzetta Ufficiale del 30 agosto, ma anche consultando il sito ufficiale dell’Agenzia delle Dogane. In questo secondo caso è necessario, dalla home page, navigare in “Amministrazione trasparente” e scegliere “Bandi di concorso” e successivamente “Concorsi pubblici”.

Concorso Agenzia delle Dogane, i primi 2 bandi per 980 assunzioni

Nella domanda di partecipazione ai concorsi in questione c’è una importante novità, i candidati potranno scegliere in quale regione candidarsi e, quindi, lavorare. Anche se nulla è ancora certo, molto probabilmente il concorso, oltre alla prova scritta e quella orale, potrebbe prevedere una prova preselettiva. Quest’ultima serve a sfoltire il numero dei candidati da esaminare prima dell’inizio del concorso vero e proprio.

Con la pubblicazione dei bandi sarà possibile sapere anche nello specifico gli argomenti da studiare per arrivare preparati alle prove. In ogni caso sono già reperibili nelle librerie e online testi appositi per prepararsi. Esistono, poi, manuali con test e quiz che prevedono anche un simulatore online per testare il grado di preparazione.

Lettura consigliata

Assunzioni e stage in grande azienda internazionale da Nord a Sud Italia

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te