Come vestirsi dopo i 50 anni per sembrare una donna più giovane

È difficile guardare il nostro armadio e pensare che dobbiamo rivederlo in funzione dell’età. Tuttavia, man mano che gli anni passano è un’azione necessaria per le donne che vogliono apparire più giovani.

I consigli degli Esperti di Moda di ProiezionidiBorsa ci aiutano a fermare l’orologio del tempo. Ecco come vestirsi dopo i 50 anni per sembrare una donna più giovane.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Mai uscire senza ‘struttura’

I capi strutturati come le giacche, anche in maglia, con spalle leggermente imbottite, sono il primo pezzo della nostra “armatura” per combattere i segni del tempo.

Mai uscire senza, anche in estate, quando la situazione è importante. Farsi confezionare giacche, trench e giacchini di seta bianca leggerissima. Capi in pizzo o in garza di cotone da portare anche quando fa molto caldo, per sostenere la figura.

Scollature moderate

Niente scollature troppo generose se il decolleté non è perfetto. Chi può esserne orgogliosa può sottolinearlo moderatamente e con un abito aderente, che è sempre molto chic.

Invece di puntare sulla scollatura, si può richiamare l’attenzione sul collo. Altrimenti coprire il collo con dei foulard di chiffon annodati con stile.

Camicie chiare per illuminare il viso

Le camicie chiare di seta, viscosa, cotone e lino candido illuminano il viso. Eliminare i camicioni che invecchiano e soprattutto le stampe troppo grandi.

Vietati i cardigan corti a bottoncini e i twin set. Chi ama la maglia dopo i 50 anni deve puntare su capi lunghi oppure con aperture oblique e taglio design.

Come vestirsi dopo i 50 anni per sembrare una donna più giovane

Anche quando non vanno di moda, le gonne a tubo, o quasi, sono la scelta più furba della donna over 50. Che, però, deve giocare a rovescio con le stagioni. Le ginocchia sono meglio coperte in estate e scoperte d’inverno, quando si indossano delle calze spesse.

In estate si possono portare anche gonne a tubo longuette in lino, seta o jersey leggermente elastico ma non troppo stretch.

I pantaloni sono i migliori alleati delle donne

Dopo i 50 anni niente leggins o fuseaux per le occasioni formali. Se si vuole vestire casual, meglio un bel jeans scuro, a colore pieno. O un pantalone classico, in lana nera a sigaretta.

Se si è troppo in carne, sceglierlo ampio ma in velluto o seta indiana. Il jeans dinamizza la figura, ci fa apparire più scattanti. Si può sceglierlo in denim o colorato, a vita bassa. Ma anche a vita alta: un denim classico o elasticizzato, un po’ contenitivo.

Un jeans blu scuro è perfetto da portare con un bel giacchino a sacchetto e una borsa classica o sportiva. Con ballerine, sneakers di marca, mocassini di alta qualità.

Va bene anche il jeans bianco, da portare con una giacca classica di lino e una maglietta morbida e ampia che lascia il collo scoperto.

Non rinunciare al tacco

Come vestirsi dopo i 50 anni per sembrare una donna più giovane. Evitare le zeppe esagerate ma, finché si può, non rinunciare ai tacchi. Perché i tacchi si fanno sempre vedere e sentire, sono allegri e femminili.

Si possono scegliere delle scarpe a tacco alto in toni neutri come nero, grigio, prugna, oro spento, argento e color carne. Che si possono abbinare a tutti i tipi di accessori, borsette e guanti. Curare al massimo i piedi per poter portare i tacchi alti più a lungo possibile. E ovviamente le mani: sono il nostro primo biglietto da visita.

Accessori e gioielli

Capi e accessori vintage (anni Cinquanta e Sessanta) rendono più vintage anche chi li indossa. Dunque, è meglio mai più di una cosa vintage addosso per volta. Se ci si mette un abito, gli accessori sono nuovi. Se ci si mette un accessorio vintage, l’abbigliamento è quello di stagione.

Tenere i gioielli in oro e argento vintage più importanti e indossarli con abiti da sera. Corti o lunghi ma super innovativi, con tagli futuristici e colori anche squillanti.

Consigliati per te