Come scegliere il succo di frutta e cosa dovremmo controllare oltre gli zuccheri

Smoothie, centrifugati e bevande a base di frutta di stagione. Il mondo dei succhi di frutta è un universo estremamente variegato e ricco di prodotti diversi. Prodotti tra cui spesso è difficile districarsi se cerchiamo le migliori soluzioni per dieta e alimentazione. Oggi gli esperti di ProiezionidiBorsa proveranno a fare chiarezza in merito e a suggerire come scegliere il succo di frutta migliore. Ma soprattutto a cosa prestare attenzione oltre al contenuto di zuccheri della bevanda.

Fibre e zuccheri nei succhi di frutta

La presenza di fibre è una delle caratteristiche che rende la frutta un alimento ideale per la dieta. Molti frutti estivi ne hanno un’elevata concentrazione. Un aspetto che potrebbe rivelarsi estremamente utile per favorire metabolismo e funzionalità intestinale.

Fibre che, purtroppo, sono spesso poco presenti nelle bevande confezionate. In compenso i succhi di frutta che troviamo in commercio hanno un’elevata quantità di zuccheri. Un mix poco favorevole per chi ha problemi di peso o di glicemia. Da questo punto di vista è molto meglio acquistare la frutta e preparare il succo in casa. Magari utilizzando anche la buccia, ricca di preziose sostanze nutritive.

Attenzione alle vitamine

Un’altra prerogativa fondamentale della frutta è l’elevata concentrazione di vitamine. Le vitamine sono fondamentali per la salute e intervengono in molti dei principali processi metabolici. Le bevande confezionate sono una vera incognita in tal senso. Il contenuto di vitamine potrebbe variare in base ai metodi di trattamento della frutta e alla stagionalità.

Il problema maggiore, però, è che le vitamine tendono a disperdersi molto rapidamente. Un altro fattore che fa pendere la bilancia verso la preparazione casalinga di spremute, centrifughe e smoothie.

Come scegliere il succo di frutta e cosa dovremmo controllare oltre gli zuccheri

Se proprio non riusciamo a rinunciare ai succhi di frutta confezionati dobbiamo almeno imparare come scegliere i prodotti migliori. La prima cosa da analizzare è l’etichetta. Optiamo sempre per prodotti che abbiano al primo posto tra gli ingredienti la frutta. Meglio ancora se con la percentuale più alta possibile.

Teniamoci invece a distanza da bevande ricche di acqua e zucchero e con poca percentuale di frutta.

L’etichetta va analizzata anche se siamo grandi appassionati di smoothie. Alcune bevande potrebbero essere arricchite da zuccheri o derivati del latte. Con tutto ciò che questo comporta a livello di calorie e indice glicemico.

Ricordiamo, infine, di non esagerare mai con il consumo di queste particolari bevande. Non sono sostituti né dell’acqua né della frutta fresca. In più, se li beviamo spesso, cerchiamo di evitare di abbinarli ad altri prodotti ricchi di zucchero.

Lettura consigliata

Come sostituire il sale nei cibi e nell’insalata con 5 prodotti più sani

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te