Come risparmiare energia con il forno elettrico quando consuma troppo

ricette forno

Quando in famiglia l’arrosto, la pizza e la pasta al forno sono delle pietanze irrinunciabili, allora di sicuro il forno elettrico non si accenderà di tanto in tanto, ma spesso e volentieri. Quind, non solo per la preparazione del pranzo della domenica.

D’altronde, rispetto per esempio alle fritture, la cottura al forno è di certo più sana senza mai rinunciare al gusto. Per esempio, anche per preparare un bel secondo piatto rappresentato dal pesce con la cottura al cartoccio.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Tuttavia, c’è poi da fare i conti con i consumi di energia elettrica. Perché le pietanze al forno sono una delizia, ma la bolletta spesso è salata. Vediamo allora con piccoli accorgimenti come sia possibile non rinunciare mai all’accensione del forno tenendo sotto controllo i consumi energetici.

Come risparmiare energia con il forno elettrico quando consuma troppo

Al riguardo c’è da dire, prima di tutto, che per molti cibi la fase di preriscaldamento del forno elettrico non è necessaria. E quindi in tal caso è meglio accendere il forno dopo dopo aver messo la teglia in forno.
In più, per risparmiare energia elettrica l’uso del timer è sempre d’obbligo.

Per esempio, se la cottura di un cibo richiede circa un’ora, allora è meglio fissare il timer anche a cinquanta minuti. In questo modo si eviteranno gli sprechi in quanto poi basterà riattivare il timer al più per altri dieci minuti o anche meno se in realtà la cottura è stata più veloce rispetto alle attese.

Consigli per abbassare la bolletta della luce, dall’apertura dello sportello alla ventilazione

Ecco, quindi, come risparmiare energia con il forno elettrico. Ma non finisce qui in quanto si può abbassare la bolletta della luce, utilizzando il forno elettrico, pure evitando di aprire lo sportello quando non serve. E preferendo quando possibile la cottura ventilata rispetto a quella statica. Se non si tratta di cibi che sono soggetti a lievitazione, infatti, la cottura ventilata è da preferire in quanto il calore è più uniforme e la pietanza si cuocerà prima.

Infine, ma non in ordine di importanza, pure la scelta dei materiali può fare la differenza nella cottura dei cibi nel forno elettrico. E questo perché, per esempio, l’uso dei fogli di alluminio, quando la cottura è ventilata, non permetterà all’aria di fluire liberamente all’interno del forno elettrico. E quindi per la cottura dei cibi servirà più tempo ed un conseguente maggior consumo di energia elettrica.

Lettura consigliata

Come si fa a non sporcare il forno con consigli che lo tengono pulito

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te