Come eseguire il plank in maniera perfetta

Il plank è un esercizio che aiuta a tonificare l’addome mantenendo una posizione parallela al pavimento per una certa durata di tempo. È un esercizio adatto a tutti coloro che non hanno particolari problemi di salute e che vogliono sviluppare i muscoli addominali. Si svolge senza l’ausilio di attrezzi specifici e quindi può essere svolto nella comodità di casa.
Il nome deriva dal termine inglese che significa “panca”, poiché è la stessa forma che il corpo assume nello svolgere l’esercizio. Vediamo insieme come eseguire il plank in maniera perfetta.

Esecuzione

Ci si pone con lo sguardo rivolto verso il basso mentre la testa, le spalle, l’addome, le gambe e i glutei sono allineati. Ci si regge appoggiando gli avambracci o i palmi delle mani sul pavimento e puntando le punte dei piedi a terra. Le braccia saranno perpendicolari alle spalle. I glutei e gli addominali dovranno essere sempre ben contratti durante tutta la durata dell’esercizio.
La durata dell’esercizio può variare da un minimo di 10 secondi a serie per un livello principiante, fino a 2 minuti per un livello avanzato. Tra una serie e l’altra è buona norma fare una pausa di due minuti e ripetere la serie per 3/5 volte.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Errori da evitare

Come eseguire il plank in maniera perfetta? Sembra un esercizio semplice da eseguire, ma è altrettanto semplice commettere degli errori, complice il grande sforzo fisico che implica e l’eventuale inesperienza.

Le spalle devono essere in linea con il corpo, né troppo basse, né troppo alte rispetto alla linea che il corpo disegna durante l’esercizio. I gomiti e le braccia devono essere allineati con le spalle, altrimenti c’è il rischio di perdere l’equilibrio. Lo sguardo deve essere fisso sulle nostre mani a terra, cercando di non lasciare mai la testa e il collo ciondolanti. L’errore più comune, infine, è quello di incurvare la schiena verso l’alto. Così facendo, il peso non scaricherà sull’addome riducendo l’efficacia dell’esercizio stesso, oltre al rischio di comportare inutili pressioni sulla colonna vertebrale.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te