Come cucinare la zucca gratinata al forno senza togliere la buccia

Come cucinare la zucca per contorno? Il modo più semplice è tagliarla a cubetti e cuocerla in padella assieme ad olio, aglio e rosmarino. In pochi minuti, si avrà così pronta una pietanza da accompagnare a piatti a base di carne e di pesce, sia a pranzo che a cena.

La ricetta che proponiamo è però decisamente più sfiziosa e permetterà di ottenere un contorno light, saporito e croccante con un ortaggio di stagione e senza ricorrere alla frittura. Consiste nel gratinare al forno la zucca con pochi altri ingredienti e senza neanche rimuovere la buccia. Anche questa ricetta è facile e veloce da preparare, dunque adattissima a chi è alle prime armi in cucina.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di zucca;
  • pangrattato o pane raffermo tritato;
  • rosmarino;
  • timo;
  • salvia;
  • sale;
  • olio extravergine di oliva.

Come cucinare la zucca gratinata al forno senza togliere la buccia

Il primo passo da fare è preparare la panatura. Per farlo, mettere in una ciotola il pangrattato, le erbe aromatiche tritate e un po’ di sale e olio extravergine di oliva.

In seguito, pulire e affettare la zucca per poi metterla in teglia. Versarci sopra un filo di olio e aggiungere un cucchiaio di panatura su ogni singola fetta. Aggiungere un altro filo di olio e una spolverata di salvia. Far cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti nella parte centrale del forno. Trascorso questo lasso di tempo, spostare la teglia sul ripiano superiore e azionare il grill. Attendere altri 10 minuti e infine sfornare e far raffreddare la zucca gratinata al forno.

Invece di buttarli, ecco come tostare i semi di zucca

Dopo avere pulito la zucca, si consiglia di non buttarne i semi. Questi ultimi possono diventare un buonissimo snack per adulti e bambini. Vediamo come.

Prima di tutto, bisogna staccarli dalla polpa e immergerli in abbondante acqua. Quindi, lasciarli in infusione per circa 30 minuti. Trascorso questo lasso di tempo, staccare la polpa di zucca residua e immergerli nuovamente in acqua. Dopo altri 30 minuti, scolarli e asciugarli con cura. Infine, metterli al sole e su un canovaccio pulito, da cambiare di tanto in tanto. Lasciarli essiccare per un massimo di 5 giorni di tempo. Quando saranno pronti, avranno una pellicola trasparente in superficie e risulteranno completamente asciutti.

Eliminare la pellicola e metterli in teglia sulla carta da forno. Chi vuole, a questo punto può aggiungere delle spezie, un pizzico di sale o un po’ di olio. Infine, non resta che farli tostare a 150° per circa 45 minuti di tempo.

Chi non vuole usare il forno può farli tostare in microonde per 10 minuti, mescolandoli di tanto in tanto.

Lettura consigliata

Non pasta al forno, cannelloni o ravioli, ma prepariamo queste crespelle alla zucca che tutta la famiglia amerà

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te