Come combattere il gonfiore del viso al mattino anche durante la gravidanza

Potrebbe accaderci di svegliarci la mattina e notare qualcosa di più delle solite occhiaie. Infatti, alcuni potrebbero accorgersi di avere il viso gonfio. Questo problema è molto comune ed è dato da diversi fattori, ma deriva, soprattutto dall’accumulo di liquidi in questa zona.

Il gonfiore al viso, se molto evidente, potrebbe essere dato da un problema differente ed è quindi importante tenere sotto controlla la situazione. Solitamente, però, questa problematica è data dalla ritenzione idrica. Ci sono diverse precauzioni da prendere per evitarlo, ma nel caso in cui ci svegliassimo al mattino con il viso gonfio, possiamo provare questi rimedi naturali.

Le possibili cause e come prevenire il gonfiore

Prima di capire come combattere il gonfiore al viso al mattino, dobbiamo comprenderne le cause. La ritenzione dei liquidi può essere data dal nostro stile di vita. Stress e carenza di sonno sono tra le più comuni, ma anche consumare cibi troppo salati potrebbe peggiorare il problema. La prevenzione è meglio sicuramente della cura. Per questo è importante riposare almeno 7 ore a notte, in modo che il corpo si rigeneri. Inoltre, non dimentichiamoci mai di idratarci, non solo con acqua, ma con cibi che la contengono.

Infine, non dimentichiamoci di prenderci cura della nostra pelle la sera, prima di andare a dormire. Puliamola e nutriamola con creme idratanti o tonici per mantenerla sana ed elastica. Il gonfiore del viso è molto comune anche in gravidanza, soprattutto durante gli ultimi mesi. Infatti, la ritenzione non riguarda solo il viso, ma colpisce anche piedi, caviglie e gambe.

Come combattere il gonfiore del viso al mattino anche durante la gravidanza

Tra le azioni che possiamo fare per eliminare il gonfiore dal viso, c’è il massaggio drenante. Questa tecnica utilizza dei movimenti che aiutano a stimolare la circolazione ed eliminare i liquidi in eccesso. Sono ideali da fare principalmente al mattino e alla sera. Avremo bisogno dell’olio di oliva, che verrà massaggiato con movimenti circolari, partendo dalla fronte.

Il movimento deve essere dall’interno verso l’esterno. Scendiamo, quindi, verso gli occhi, poi le guance, il mento e il collo. Ripetiamo questa operazione tutti i giorni per almeno una settimana, per vedere i primi risultati.

Anche gli impacchi sono un alleato contro la ritenzione idrica

Se il massaggio non basta per eliminare completamente il problema, allora possiamo procedere a degli impacchi con il cetriolo. Ci basterà mettere in infusione il cetriolo nel succo di limone. Poi mettiamo le fette nel freezer per almeno un’ora.

Infine applichiamo sul viso e lasciamo agire per circa 15 minuti, per poi risciacquare con acqua fresca. I due ingredienti hanno una potente azione astringente, che aiuterebbe ad eliminare le tossine. Inoltre, idratano e nutrono la pelle con vitamine e minerali.

Lettura consigliata 

Per eliminare le doppie punte senza tagliare i capelli ecco i rimedi della nonna

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te