Coltivare dei succosi pomodori nel nostro orto non è difficile ma non dobbiamo fare assolutamente questi errori

Se abbiamo un fazzoletto di terra e la possibilità di fare un piccolo orto approfittiamone. Sia per la possibilità di portare in tavola a chilometri zero i frutti della nostra passione. Ma, anche perché, come sottolineano psicologi e dottori, dedicarsi al pollice verde ci aiuta a svagare la mente e a vivere meglio. Vediamo in questo articolo della nostra Redazione cosa piantare nel nostro giardino e a cosa fare attenzione. Ecco, quindi che coltivare dei succosi pomodori nel nostro orto non è difficile ma non dobbiamo fare assolutamente questi errori.

Non seminiamo adesso i pomodori

Coltivare dei succosi pomodori nel nostro orto non è difficile ma non dobbiamo fare assolutamente questi errori, sbagliando il periodo della semina. Non facciamoci trarre in inganno dalla primavera inoltrata, pensando che il caldo sia il jolly da giocarci. Non è del tutto vero, perché, il periodo ideale della semina dei pomodori sarebbe da fine febbraio a fine marzo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Cosa fare se dobbiamo invece fare un trapianto

Poniamo caso di avere invece delle piante già germogliate e volerle trapiantare, allora il periodo è decisamente quello giusto. Almeno, in linea teorica con le temperature che dovrebbero essersi stabilizzate. Il primo errore che non dobbiamo fare è quello di dimenticarci del concime da mettere subito nella buca insieme alla piantina. La seconda attenzione che dobbiamo fare nel momento in cui estraiamo la pianta dal vasetto è di fare assolutamente attenzione a non danneggiare le radici. Il pomodoro può sembrarci in effetti un prodotto robusto, ma le sue radici, in fase di trapianto sono molto delicate. Ricordiamoci poi, una volta posizionata nella buca la piantina di livellare molto bene il terreno tutto attorno.

Guai a gettare l’acqua sulle foglie

Quando ci riferivamo pocanzi al prestare attenzione alla delicatezza del pomodoro, ricordiamocelo anche quando lo annaffiamo. Sì, perché per il bene della sua salute, non dobbiamo assolutamente innaffiare e dirigere il getto d’acqua sulle foglie e sui frutti. Ma, dobbiamo bagnare la pianta nel terreno circostante la sua base. E, un piccolo trucco per far sì che il terreno rimanga umido e permetta alla pianta di crescere rigorosa è quello di mettere tutto attorno dell’erba secca. Va benissimo anche quella che abbiamo avanzato dallo sfalcio del prato.

Approfondimento 

È proprio questo il momento giusto per tagliare il rosmarino ed essiccarlo con tutti i suoi splendidi profumi aromatici

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te