Chi conserva l’acqua di cottura delle patate è un vero genio ed ecco spiegato il perché

Quando si cucina, oltre a pensare alla linea ed alla salute del nostro corpo, bisognerebbe anche prestare attenzione agli sprechi.
Nonostante negli anni stia crescendo una certa sensibilità su questo tema, sono ancora tante le persone che non riutilizzano gli scarti in cucina.
Nel caso delle patate, ad esempio, bisognerebbe imparare che non va gettato nulla. Infatti, anche le bucce possono essere cotte e mangiate, come spiegato in questo articolo precedente.
In realtà, come scopriremo tra poco, anche l’acqua di cottura può essere utile a tantissime cose e non solo nelle ricette.

Infatti, chi conserva l’acqua di cottura delle patate è un vero genio ed ecco spiegato il perché

Quando si lessano le patate, magari per preparare un tortino, delle crocchette, degli gnocchi o del purè, molti commettono un grave errore.
Infatti, quasi nessuno, una volta lessate, si preoccupa di conservarne l’acqua di cottura. In realtà si tratta di un vero e proprio spreco, perché può essere davvero riutilizzata in tantissimi modi.

Ad esempio, essendo ricca di potassio e di amido, l’acqua di cottura delle patate può essere usata per innaffiare e concimare le piante.
In questo caso, però, bisogna fare attenzione a non salare l’acqua durante la cottura. Inoltre, è importante lasciarla raffreddare per almeno un paio d’ore perché il calore rischierebbe di danneggiare la vegetazione.
Oltre a ciò, molti non lo sanno ma l’acqua di cottura è funzionale anche come diserbante perché impedisce la crescita di erbacce.

Un altro riutilizzo efficace, ma che quasi tutti conoscono, è quello di lucidare l’argenteria e le stoviglie. Quasi nessuno però sa che l’amido contenuto nell’acqua potrebbe servire anche per pulire piastrelle e pavimenti, soprattutto se in ceramica.
Una volta immersa nell’acqua la spugna, o lo straccio, basterà passarla sulle superfici e risciacquare.
Tuttavia, per una pulizia più profonda bisognerebbe utilizzare questo sbiancante naturale che farà brillare le fughe del pavimento e della doccia.

Sempre per merito dell’amido, l’acqua di cottura delle patate è utilissima anche in alcune ricette. Ad esempio, potrebbe essere utilizzata per addensare salse, sughi e brodi troppo liquidi.
Oppure potrebbe servire per rendere gli impasti del pane o della pizza più malleabili e compatti. In questo modo, non correremo il pericolo di renderli troppo secchi e di farli quindi sbriciolare durante la stesura.
Quindi, chi conserva l’acqua di cottura delle patate è un vero genio ed ecco spiegato il perché.

Approfondimento

Ecco il metodo infallibile usato dalle nostre nonne per conservare a lungo le patate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te