Chi butta le bucce delle patate sbaglia davvero di grosso perché valgono oro

Le patate appartengono alla famiglia dei tuberi e sono diffuse e consumate in tutto il Mondo.
Essendo estremamente versatili in cucina, molti preferiscono anche coltivarle nel proprio orto, per averle sempre a disposizione tutto l’anno.
In questo caso, però, è molto importante conoscere il metodo infallibile per conservarle a lungo.
Ogni parte della patata è commestibile, anche la buccia, che molti in realtà gettano nell’immondizia.
Per evitare questo spreco, nelle prossime righe sveleremo alcuni segreti per riutilizzarle in maniera intelligente in cucina.

Chi butta le bucce delle patate sbaglia davvero di grosso perché valgono oro soprattutto in cucina

Un modo davvero geniale di riutilizzare le bucce delle patate in cucina, è quello di realizzare delle fantastiche chips croccanti.
Innanzitutto, laviamo bene le nostre bucce sotto l’acqua fredda, eliminando eventuali residui di sporco.
Dopo di che poniamole su della carta assorbente per tamponare l’acqua in eccesso.
A questo punto, inseriamole in una ciotola e condiamole con olio EVO, sale, pepe, paprika o qualsiasi altra spezia. Mescoliamole per distribuire in maniera omogenea tutti gli ingredienti.
Ora non ci resta che disporle su una teglia ed infornare il tutto per 5-10 minuti a 180 gradi in modalità grill.
In alternativa si possono anche friggere.

Adesso, scopriamo un’altra gustosissima ricetta, proveniente direttamente dal ricettario delle nostre nonne. Prima di tutto, inseriamo 200 grammi di bucce in un recipiente con dell’acqua e versiamoci un cucchiaino di bicarbonato.
Dopo 10 minuti, sciacquiamole sotto l’acqua corrente, tagliamole a listarelle e lasciamole asciugare.
In una padella, facciamo soffriggere della cipolla tritata ed uniamo le bucce. Facciamo cuocere il tutto, a fuoco lento, per 10-15 minuti.
Ora sbattiamo 5 uova con 40 grammi di formaggio grattugiato, unendo sale, pepe e le bucce di patata cotte. Mescoliamo il tutto e riversiamo il composto nella padella, continuando la cottura come se fosse una normale frittata.

Un’ultima prelibatezza

Infine, è impossibile non svelare la preparazione delle cosiddette bucce in pastella, da consumare come antipasto, contorno o aperitivo.
Per prepararle ci occorrono 200 grammi di bucce da inserire in acqua fredda per un paio di ore, finché non si arrotolano su loro stesse.
Trascorso il tempo necessario, inseriamo in una ciotola 100 grammi di farina, 5 grammi di lievito in polvere e sale. Cominciamo ora a mescolare, inserendo poco per volta il latte, fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.
A questo punto non ci resta che immergere le nostre bucce nella pastella e friggerle in abbondante olio di semi.

Quindi, abbiamo visto che chi butta le bucce delle patate sbaglia davvero di grosso perché valgono oro in cucina e non solo. Infatti, molti le utilizzano anche nelle faccende di casa, come ad esempio per pulire i vetri del box doccia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te