Cervicale, dolori alle ossa e difficoltà a concentrarsi potrebbero dipendere tutti da questo principale problema che sarebbe però facilmente risolvibile

Quando si dice che esiste una celebrazione per tutto, c’è poco da scherzare. Il 18 marzo 2022 si è festeggiata infatti la giornata mondiale del sonno. Una delle principali attività umane, indispensabile per il benessere e il corretto funzionamento del corpo.

Non si tratta di una data fissa: si celebra infatti l’ultimo venerdì di marzo prima dell’equinozio di primavera. E quanto è importante dormire bene? Molti esperti ritengono sia fondamentale. Una ricerca pubblicata ultimamente ha dimostrato che molti italiani non sono soddisfatti della qualità del loro sonno.

Come dar loro torto, quando si pensa a cervicale, dolori alle ossa e difficoltà a concentrarsi? Sarebbero tutti sintomi riconducibili anche a un cattivo riposo notturno. Uno dei sistemi per risolvere questo problema che può diventare davvero pesante potrebbe essere acquistare un cuscino migliore.

Questo oggetto, oltre a garantire una certa comodità e ad essere morbido e caldo da abbracciare durante la notte, ricopre una fondamentale importanza nella qualità del sonno. Mantiene la postura corretta, salvaguarda la salute del collo e della schiena e permette di godersi il giusto, meritato riposo. Soprattutto senza svegliarsi la mattina pieni dei famigerati doloretti che accompagnano poi per tutta la giornata a lavoro.

Come scegliere, dunque, il cuscino migliore per un riposo perfetto? Le varietà in commercio sono tantissime e questa è solo una piccola guida.

Cervicale, dolori alle ossa e difficoltà a concentrarsi potrebbero dipendere tutti da questo principale problema che sarebbe però facilmente risolvibile

Un primo modello da considerare è sicuramente il cuscino in memory foam. Sono molto adattabili e si accomodano facilmente alla forma del corpo del dormiente. Il memory foam è un materiale di origine naturale e vegetale, ipoallergenico, che memorizza le forme e distribuisce uniformemente i pesi che riceve. In questo modo, li sostiene in ogni posizione e allevia la pressione esercitata. Questo vorrebbe dire ottenere una posizione più naturale per le vertebre del collo.

Esiste anche la sua versione ortopedica, indicata per chi dorme sul fianco o sulla schiena, e quella per gambe. Questa allevierebbe il dolore alla sciatica, migliorerebbe il gonfiore alle gambe e aiuterebbe a sopportare meglio il reflusso gastroesofageo.

C’è poi il classico cuscino in piuma d’oca. Anatomico, morbido e altamente deformabile, sarebbe particolarmente indicato per chi ama dormire prono, a pancia in giù. Le piume sono termoregolatori naturali, che possono assorbire l’umidità del corpo e distribuirla nell’ambiente circostante. Sarebbe l’ideale per un sonno fresco e asciutto tutto l’anno.

Pochi conoscono il cuscino Gravity: ha una forma ideata per portare al minimo il contatto del viso con il tessuto. In questo modo, contrasterebbe la formazione delle rughe.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te