Cervello giovane e possibile minor rischio di demenza nelle donne con questa bevanda

Il cervello invecchia insieme a tutto l’organismo. Il declino di questo e degli altri organi del nostro corpo è inevitabile. Ma delle abitudini possono rallentare il decadimento del fisico e della mente. Numerosi studi clinici ci rivelano che attività fisica e sana alimentazione sono una forma di prevenzione fondamentale per mantenersi giovani più a lungo. Riguardo l’alimentazione, ricercatori dell’università del Wisconsin hanno fatto una scoperta interessante su una bevanda consumata regolarmente. Questi studiosi hanno scoperto come avere un cervello giovane e possibile minor rischio di demenza nelle donne consumando questa bevanda.

I cibi giocano un ruolo fondamentale per la salute del nostro organismo. Una sana alimentazione aiuta ad allontanare le patologie più gravi per l’uomo. Inoltre alcuni studi ci suggeriscono come certi cibi possono rallentare l’invecchiamento del cervello. Per esempio questi sono 8 cibi ideali per il cervello che manterrebbero memoria, umore e rapidità mentale sempre al top.

Ma anche alcune bevande aiuterebbero a rallentare l’invecchiamento del cervello. Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università del Wisconsin-Milwaukee, negli Stati Uniti, dimostrerebbe che una particolare bevanda abbassa il rischio di demenza nelle donne. Questi risultati apparserosul The Journals of Gerontology.

Cervello giovane e possibile minor rischio di demenza nelle donne con questa bevanda

Questi ricercatori statunitensi hanno posto sotto osservazione 6.500 donne oltre i 65 anni per 10 anni. I risultati indicano che il consumo di 2 o 3 tazzine di caffè al giorno riduce del 36% il rischio di demenza. Per essere più precisi Ira Driscoll, la responsabile del progetto, indica in 261 milligrammi al giorno di caffeina la quantità che favorisce questi benefici. Una tazzina che beviamo al bar contiene mediamente 50 mg di caffeina. Quindi le 2 o 3 tazze di caffè americane corrispondono a 5 o 6 tazzine di caffè espresso del bar.

Un altro studio ha dimostrato che la caffeina può migliorare le funzioni cerebrali. Risale al 2014 un articolo apparso su Nature Neuroscience. In questo caso si parlava del possibile effetto positivo del consumo di caffè per il miglioramento della memoria a lungo termine.

Risultano fugate le voci secondo cui l’eccessivo consumo di caffè possa favorire l’insorgere di tumori. Un rapporto dell’agenzia per la ricerca sul cancro dell’OMS ha dissipato questo dubbio.

La memoria e le facoltà mentali si possono aiutare in modi veramente impensabili. Un modo inaspettato viene indicato nell’articolo: “A Natale ecco cosa comprare per aiutare il cervello ad aumentare memoria, concentrazione e capacità mentali”.

Approfondimento

6 migliori cibi per il cervello che aumentano felicità e serenità e combattono ansia e depressione

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te