Non solo caffè e banane, ma se non vogliamo distruggere le nostre piante concimiamole anche con un altro rimedio naturale

A volte, pur di vedere le nostre piante sempre in ottima salute, si adottano delle soluzioni che ci sembrano buone, ma non lo sono. In effetti non tutto quello che si smercia per buono è valido e fa bene. Può capitare, inoltre, che un rimedio vada bene per un certo tipo di piante, ma non per altre. Per questo motivo non solo caffè e banane, ma se non vogliamo distruggere le nostre piante concimiamole anche con un altro rimedio naturale.

Un fiore che spopola durante le feste natalizie è la Stella di Natale. Una pianta molto ornamentale per i suoi colori rossi. Tuttavia soprattutto a dicembre, quando fa freddo, con la Stella di Natale bisognerà fare attenzione al momento dell’acquisto.

Anche l’orchidea è un fiore bello ed elegante. In molte case italiane ha un posto privilegiato poiché riesce a valorizzare gli angoli spenti. Tuttavia, attenzione ad innaffiature e concimazioni azzardate perché potrebbero rovinare l’orchidea.

Non solo caffè e banane, ma se non vogliamo distruggere le nostre piante concimiamole anche con un altro rimedio naturale

Sono tanti i consigli, che possiamo ascoltare o leggere, per la concimazione delle piante fatta con rimedi casalinghi.

Molto comune è l’utilizzo dei fondi di caffè, del latte scaduto, delle bucce di banana, del miele e del lievito. Ci sono, però, alcune precisazioni da fare per non rovinare le nostre piante. Il punto più importante è rispettare la loro natura.

Per quanto riguarda i fondi di caffè, questi non sono adatti per la maggior parte delle piante di casa. Il caffè, infatti, trasmette acidità al terreno. Insistendo si rischia anche di indebolire talmente la pianta da farla morire. Le uniche piante di casa per natura acidofile, per cui sono adatti i fondi di caffè sono: le azalee, le camelie, i rododendri, le ortensie, le magnolie e le gardenie.

Latte e bucce di banana

Per quanto riguarda il latte scaduto e le bucce di banana, questi non faranno altro che attirare mosche e moscerini. Marciscono progressivamente creando anche la possibilità di muffe e colture batteriche dannose alle piante. Il miele, invece, dona al terreno troppo carbonio e non serve. Mentre il lievito rischia di produrre funghi pericolosi.

L’unico impiego valido per le bucce di banana sarebbe di essiccarle bene in forno, così da creare una polvere nera da mischiare nel terreno.

Una soluzione valida

A parte i fondi di caffè per le acidofile e le bucce di banana totalmente essiccate, per le altre piante una soluzione c’è. Il macerato d’ortica è un rimedio fantastico, utilizzato molto in agricoltura biologica. Non è necessario preparalo in casa, ma ad un prezzo bassissimo è possibile acquistarlo un po’ ovunque già pronto per le piante.

Riciclare e riutilizzare le cose è bene, ma se fatto nel modo giusto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te