Camminare velocemente fa dimagrire pancia, cosce e fianchi ma se lo facciamo così perdere peso sarà un miraggio

Camminare aumentando gradualmente la velocità è probabilmente uno dei modi migliori per rimettersi in forma. Soprattutto per chi conduce una vita sedentaria e da molto tempo non si dedica all’allenamento. La scienza parla chiaro in merito: la camminata è una delle attività migliori contro l’ipertensione, il peso in eccesso e lo stress. L’importante, però, è farla nel modo giusto. Perché camminare velocemente fa dimagrire pancia, cosce e fianchi ma alcuni comunissimi errori potrebbero vanificare tutti gli sforzi fatti. Vediamo quali sono e come correggerli nel minor tempo possibile.

L’importanza della velocità

Buttare giù la pancetta è uno degli obiettivi primari di chi inizia ad allenarsi. Per raggiungerlo ci sono esercizi semplici da fare in casa a cui dedicare appena 15 minuti al giorno. La migliore alternativa, però, soprattutto se non siamo fisicamente preparati, è quella di puntare sulla camminata veloce. La discriminante è proprio la velocità. Iniziare gradualmente è fondamentale ma in breve tempo dobbiamo aumentare la velocità almeno fino a 5 km orari se vogliamo davvero dimagrire. Meglio ancora se alterniamo passo svelto e passo blando. Altrimenti non sarà allenamento ma una semplice passeggiata all’aria aperta.

Perché camminare in compagnia potrebbe essere controproducente

Molti di noi fanno l’errore di camminare in compagnia per provare a combattere la noia dell’allenamento. Potrebbe rivelarsi una scelta che vanifica gli sforzi. Questo perché rischiamo di distrarci e di perdere la concentrazione. In più una velocità che potrebbe essere allenante per noi potrebbe non esserlo per il nostro compagno. E viceversa. Se abbiamo proprio paura di annoiarci meglio munirsi di cuffiette e camminare a ritmo di musica.

Camminare velocemente fa dimagrire pancia, cosce e fianchi ma se lo facciamo così perdere peso sarà un miraggio

Altri due errori che potrebbero rendere inutile la camminata veloce sono legati all’alimentazione. Uno dei più comuni è quello di mettersi in moto subito dopo pranzo o dopo cena. L’idea, sbagliata, è quella che facendo così riusciremo a perdere peso più in fretta. In realtà è proprio il contrario. Il corpo si mette in moto per digerire e potremmo ritrovarci con meno energie per camminare. Molto meglio aspettare un paio d’ore prima di iniziare l’allenamento.

Attenzione all’alimentazione anche dopo l’allenamento. Camminare velocemente è utile soltanto se non esageriamo con il cibo. Altrimenti i chili persi si ripresenteranno molto in fretta. Per questo è sempre utile farsi seguire non soltanto da un personal trainer, ma anche da un nutrizionista accreditato prima di ripartire con l’attività.

Lettura consigliata

Correre in spiaggia può essere davvero utile ma dobbiamo farlo in questo modo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te