Basterebbero pochissimi grammi per fare il pieno di antiossidanti e rallentare l’invecchiamento precoce a causa dell’abbronzatura

Tutti ci siamo chiesti cosa siano gli antiossidanti. Con questo termine si farebbe riferimento ad una gamma di sostanze capaci di contrastare i radicali liberi, responsabili dell’ossidazione delle cellule. Attraverso l’ossidazione, sarebbe probabile la formazione di forme tumorali. Ecco perché gli antiossidanti svolgerebbero un ruolo essenziale di protezione, anche contro l’invecchiamento precoce delle cellule.

Pochi sono a conoscenza del fatto che alcune azioni quotidiane potrebbero costituire il via ai radicali liberi. Alcune di queste sono il fumo, l’assunzione di farmaci, la digestione e così via. Tuttavia, essendo estate, bisognerebbe fare attenzione anche all’abbronzatura.

Sembrerebbe, infatti, che anche l’esposizione ai raggi UV sia una delle fonti dei radicali liberi. Proprio per questo motivo, durante la bella stagione, sarebbe necessario tenere a bada la propria alimentazione. Così facendo, assumeremmo gli antiossidanti necessari per contrastarne la formazione o tenere a freno i radicali già sviluppati.

L’Istituto Superiore di Sanità sarebbe abbastanza chiaro in questo. Gli antiossidanti andrebbero assunti quotidianamente tramite un regime alimentare sano e bilanciato, che integri tutti i macronutrienti importanti.

La maggior parte degli antiossidanti, tuttavia, si troverebbe nella frutta e nella verdura, che dovremmo consumare crude. Infatti basterebbero pochissimi grammi per fare il pieno di antiossidanti, i quali andrebbero a contrastare i radicali liberi, che potrebbero formarsi d’estate.

Vegetali a volontà

La frutta e la verdura andrebbero consumate giornalmente, poiché non solo sarebbero fonti di antiossidanti, ma conterrebbero anche vitamine, sali minerali e fibre. Per godere dei benefici, tuttavia, la scienza suggerisce il modo in cui consumare la frutta.

Precisiamo, comunque, che frutta e verdura andrebbero pesate. L’eccesso della quantità, infatti, potrebbe essere controproducente. Nel caso della frutta, il problema sarebbe lo zucchero naturale; mentre, nel caso della verdura, l’eccessiva quantità di fibre potrebbe alterare l’intestino, provocando la diarrea.

In ogni caso, per rallentare l’invecchiamento precoce causato dall’ossidazione, sarebbero sufficienti pochi grammi al giorno di frutta e verdura, da consumare insieme attraverso i centrifugati. Trattasi semplicemente dell’unione di frutta e verdura a scelta, in modo da creare un mix da bere.

Basterebbero pochissimi grammi per fare il pieno di antiossidanti e rallentare l’invecchiamento precoce a causa dell’abbronzatura

I centrifugati sono semplicissimi, veloci ed economici. Possiamo usare un tipo di frutta e un tipo di verdura, oppure più frutti e più ortaggi, a seconda delle nostre preferenze. Degli esempi di centrifugati antiossidanti sarebbero composti da:

  • mela, carota, ananas e zenzero;
  • kiwi, sedano, mela verde;
  • finocchio, mela, cetriolo;
  • fragola, limone, cavolo, ciliegia.

Solitamente, la grammatura ideale per la frutta sarebbe di 100 g, nel caso di un solo frutto. Qualora volessimo inserire più frutti, sarebbe opportuno optare per la metà. Per quanto riguarda la verdura, invece, basiamoci sui pezzi, piuttosto che sul peso.

Lettura consigliata

Ridurrebbe il colesterolo cattivo e pulirebbe i polmoni questo frutto delizioso da consumare 5 volte a settimana

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te