Basta riciclare questi oggetti impensabili per avere fioriere invidiabili e rendere il giardino colorato

Le piante sono le protagoniste indiscusse di questo periodo. Esse infondono immediatamente una certa allegria e abbelliscono spazi interni ed esterni di buon gusto. Trovare la giusta collocazione è senza dubbio importante e spesso anche costoso.

Probabilmente non tutti sanno che basta riciclare questi oggetti impensabili per avere fioriere economiche invidiabili e rendere il giardino creativo e colorato. Ecco, allora, come realizzare meravigliose fiorire economiche da collocare su giardino e balcone.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Sassi e vecchi contenitori

Il primo modo economico di rivestire vecchi contenitori per le piante consiste nell’utilizzare piccoli sassolini. Basterà usare i contenitori della forma e grandezza desiderati. Piccole scatole in latta, vecchie cassette di legno o fioriere datate e poco particolari.

Bisognerà applicare dello stucco per mosaico e poi una rete in plastica per far aderire meglio i sassolini. Applicare i sassi scelti e solo dopo l’asciugatura chiudere tutti gli spazi con altro stucco. Il risultato saranno fioriere da rivista!

Per le piante aromatiche

Anche per le proprie piante aromatiche basta riciclare questi oggetti impensabili per avere fioriere economiche invidiabili e rendere il giardino creativo e colorato. Una volta recuperato un vecchio contenitore basterà ricoprirlo con tanti giri di spago per tutta la superficie.

Consigliamo anche di applicare delle etichette che riportano la scritta “basilico”, “origano” o “rosmarino” e così via. Questo consentirà di avere fioriere in perfetto stile “boho”, ma anche un giardino pratico e funzionale.

Vecchie bottiglie e contenitori dei saponi

Le vecchie bottiglie in plastica sono perfette per appendere piante sospese e caduche. Basterà eliminare solo la parte finale e necessaria per inserire la piantina. Stesso discorso per i contenitori in plastica dei saponi o dei detergenti per il bucato. Basterà dipingerli nei modi più impensabili. Qualcuno dipinge sopra anche suggestivi volti tribali davvero scenografici.

Il cemento

Con il cemento è possibile poi dar forma alle fioriere più assurde. Vecchi scarponi, guanti in lattice usati che aiuteranno a ricreare la forma di mani aperte per reggere le piante grasse oppure sacchi in juta. L’unico limite è solo la creatività!

Lana di acciaio

Anche la lana di acciaio è perfetta per realizzare piccole fioriere per piante sospese. La migliore spugna è quella ad anello con le maglie sottili.

Occorrerà aprirla e allargarla fino a raggiungere l’ampiezza della pianta scelta. In questo caso, bisognerà prediligere piante grasse a cui bastano delle semplici vaporizzazioni d’acqua e appendere il tutto al soffitto.

Piccoli legnetti e sughero

Anche tappi in sughero e piccoli legnetti sono perfetti per rivestire vecchie fioriere o contenitori da buttare. E per sapere come riciclare il cocco per realizzare delle fioriere ecco subito un altro procedimento.

Consigliati per te