Attenzione, perché chi si fa la tinta ai capelli dovrebbe essere consapevole di questi rischi di cui le pubblicità non parlano

Questo articolo è rivolto a uomini e donne in egual misura, nessuno escluso. É innegabile quanto i capelli siano importanti nell’estetica di una persona.

Sono fondamentali per incorniciare il viso. Basta un bel taglio corto e ben fatto, o una chioma folta e voluminosa per cambiare subito tutto l’insieme. Non sempre, però, è facile mantenere i capelli belli e sani nel tempo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Soprattutto col passare degli anni, i capelli tendono a ingrigirsi, a perdere lucentezza, volume e possono diventare più radi. Per questo si tende a correre ai ripari artificialmente, magari con l’aiuto di un parrucchiere.

È anche vero, però, che sostenere la spesa mensile o settimanale dal parrucchiere non è facile e può pesare parecchio, soprattutto per una donna. È per questo motivo che tantissime persone, uomini compresi, spesso ricorrono a tinte fai-da-te, molto più economiche di un trattamento professionale.

Il problema è che farsi la tinta ai capelli in autonomia può essere rischioso sotto diversi punti di vista. Bisognerebbe fare molto attenzione perché chi si fa la tinta ai capelli dovrebbe essere consapevole di questi rischi di cui le pubblicità non parlano.

Un prodotto generico

Il primo rischio in cui si incorre facendosi la tinta in casa è quello di utilizzare un prodotto non studiato per il proprio capello. Ogni persona ha caratteristiche diverse dalle altre, e lo stesso discorso vale per la capigliatura.

Il capello di una persona di 50 anni avrà evidentemente caratteristiche diverse da quello di una persona di 30 anni. Per questo motivo, ognuno dovrebbe utilizzare la tinta che meglio si adatta alle proprie caratteristiche. La tinta del supermercato, invece, deve rivolgersi a un pubblico più ampio possibile, e quindi sarà un prodotto generico e svantaggioso per il capello con problemi specifici.

Il rischio di creare delle orribili chiazze

Chi si fa la tinta da solo, non può vedere esattamente cosa sta facendo al di sopra e sul retro della propria testa. Il rischio è di creare delle antiestetiche chiazze di colore disomogeneo, ad effetto leopardo.

In pratica, potremmo ritrovarci ad andare in giro con una parte di capelli che non è stata toccata dal colore. E pensare che questa sarebbe la migliore delle ipotesi!

Il cuoio diventa giallo

I rischi non riguardano solo i capelli, ma anche il cuoio capelluto. Lasciando in posa il colore per un tempo sbagliato rispetto a quello che sarebbe necessario, si correrebbe il pericolo di creare un ingiallimento del proprio cuoio capelluto. Nei casi peggiori, potrebbero addirittura crearsi infezioni o lacerazioni alla cute stessa.

Insomma, affidarsi alle mani di un professionista è sempre la scelta migliore per evitare problemi di salute. Ecco perché bisogna fare attenzione, perché chi si fa la tinta ai capelli dovrebbe essere consapevole di questi rischi di cui le pubblicità non parlano.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te