Attenzione al basilico quando c’è questo segno specifico sul gambo della pianta perché si deve intervenire subito

Il basilico è una delle piante aromatiche più amate e coltivate negli orti e sui balconi di tutti. È facile da accudire, ne esistono diverse varietà, è profumatissimo e delizioso sia in sughi, che come condimento di varie ricette e pietanze.

Attenzione però al basilico quando c’è questo segno specifico sul gambo della pianta perché si deve intervenire subito. Infatti, può capitare che anche dedicandogli tutte le cure e le attenzioni necessarie, la vostra pianta di basilico si ammali e cominci a morire. In particolare, a volte si nota un annerimento del gambo della pianta, che risale il basilico fino ad ucciderlo del tutto

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

È per questo che occorre fare particolare attenzione al basilico quando c’è questo segno specifico sul gambo della pianta. Se non si interviene subito, purtroppo, si perderà la pianta.

Quando il gambo del basilico annerisce, spesso questo è dovuto alla fusariosi. Purtroppo, una volta che si inizia a vedere il gambo nero, la piantina è spacciata. Infatti, a questo punto restano due cose da fare: salvare eventuali altre piantine che si trovano nello stesso vaso e prevenire che ricapiti.

Attenzione al basilico quando c’è questo segno specifico sul gambo della pianta perché si deve intervenire subito

La fusariosi è un’infezione fungina che colpisce i vasi linfatici della pianta e ne provoca la morte, impedendo che riceva i nutrienti dal terreno. Esistono due forme di fusariosi: il fusarium oxysporum e il fusarium tabacinum. In entrambi i casi la piantina colpita è persa, non si può salvare. Tuttavia, se nel vaso ci sono più piantine, sarà possibile salvare le altre.

La fusariosi è causata da un ristagno di acqua sulle foglie della pianta. Avviene principalmente nel periodo primaverile, quando le temperature salgono, e su piante piccole e quindi più delicate.

Salvare le altre piantine ed evitare che ricapiti

Se nel vaso si ha una sola pianta e questa viene colpita da fusariosi, non c’è niente da fare: non si può salvare. Tuttavia, se nel vaso ci sono altre piante ancora sane, si dovranno travasare il prima possibile, per evitare che vengano infettate anche loro. Se travasate in un terreno nuovo e in un vaso pulito, le piantine potranno sopravvivere.

Comunque, è semplice prevenire la comparsa di questa malattia, seguendo alcuni semplici passaggi:

a) bagnare la pianta senza colpire le foglie, ma direttamente il terreno;

b) usare dell’argilla sul fondo del vaso per evitare ristagni d’acqua;

c) acquistare piantine sane.

Detto questo, se è vero che la pianta malata non si può salvare, seguendo i consigli descritti sopra si eviterà che ricapiti.

Consigliati per te