Come coltivare il basilico in casa in inverno

Uno dei doni più preziosi dell’estate, è indubbiamente il basilico. Simbolo della dieta mediterranea e della cultura gastronomica italiana nel Mondo, il basilico è uno di quegli ingrediente immancabili nelle cucine del Belpaese. In quasi tutta la penisola, infatti, il clima consente di coltivare questa pianta ricca di sentori organolettici e sostanze benefiche. Il problema che affligge molti, è dire addio alle proprie piante durante i mesi invernali o addirittura autunnali, a seconda delle latitudini. La buona notizia, è che è possibile mantenere vive le piante anche durante gli inverni più rigidi e continuare a gustare le deliziose foglie di basilico in tutti i loro impieghi possibili. Ecco dunque come coltivare il basilico in casa d’inverno e ricavarne grosse soddisfazioni. Inoltre, la pianta aromatica per eccellenza vanta proprietà antispasmodiche, antiinfiammatorie, stimolanti, carminative e diuretiche.

Tradizionalmente, viene considerata utile come rimedio naturale contro l’inappetenza. Sarebbe un peccato accontentarsi del basilico stipato nel banco frigo dei supermercati, perché l’aroma che sprigiona, se raccolto fresco, non ha eguali. Infine, ad oggi, i kit per l’idroponica domestica, oltre ad essere davvero economici e performanti, possono avere un design molto accattivante. Per una resa ottimale, dovrebbero essere muniti di un dispositivo di ossigenazione dell’acqua, fondamentale per evitare il marciume radicale.

Come coltivare il basilico in casa in inverno

Coltivare il basilico in casa, certamente, è la soluzione più sicura per proteggere il basilico dai rigori invernali. Quindi, in tal senso, metterlo a dimora in piena terra sarebbe sconsigliabile, a meno di non tentare di proteggerne le radici con un telo di tessuto non tessuto. Questo, andrebbe steso nel terreno sovrastante l’apparato radicale e dev’essere munito di fori, in modo da far passare le piantine. Coltivare il basilico in vaso o con la tecnica dell’idrocoltura è molto più semplice.

Dove posizionarlo in casa d’inverno

Il basilico necessita di caldo e sole, come nella stagione estiva. Dunque, l’ideale sarebbe porlo in prossimità di una fonte di calore come, ad esempio, un termosifone. Anche l’ambiente caldo e umido della cucina va bene. L’importante, è che ci sia un’adeguata fonte di luce. Il basilico ama il sole. Inoltre, l’effetto serra generato dal sole battente sul vetro può amplificare il potere dei diafani raggi invernali.

Quante volte innaffiare il basilico in casa

Si tratta di una pianta che richiede senso della misura, perché è sensibile sia alla siccità che al marciume radicale. Prestando attenzione ai ristagni, il basilico andrebbe bagnato poco, ma quotidianamente. È inoltre possibile farlo radicare in acqua, a partire da una talea. Tutto ciò che serve è un ramo di basilico e un bicchiere colmo d’acqua. Lasciando fuori le foglie, nel giro di due settimane, si potrebbe generare una splendida piantina da piantare in vasetto di terriccio e torba e coltivarla in un luogo caldo e luminoso della casa.

Lettura consigliata

Cosa piantare nell’orto a settembre, gli ortaggi invernali

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te